ANCONA – Un protocollo di intesa per consolidare la rete tra istituzioni nel sostegno ad azioni di promozione, sviluppo e diffusione della cultura di genere e delle pari opportunità nel territorio marchigiano. Lo delibera la Giunta che prevede un’intesa tra Regione, Consigliera di parità e Università delle Marche.

Ha spiegato l’assessore alle Pari Opportunità, Stefania Benatti: «L’accordo vuole favorire la piena applicazione delle normative di parità e pari opportunità tra uomini e donne, per prevenire e rimuovere ogni forma di discriminazione».

Secondo l’intesa, la Regione si impegna nel ruolo di coordinamento, la Consigliera di parità, tra le altre attività, sarà promotrice di azioni e strategie per il superamento delle discriminazioni e si attiverà nella diffusione delle pratiche di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Le Università delle Marche svilupperanno la cultura delle pari opportunità promuovendo iniziative formative e di sensibilizzazione e favoriranno la costruzione di una rete integrata nei territori per creare sinergie fra diversi attori ed enti coinvolti.

«Le pari opportunità – spiega Benatti – sono diventate nel corso degli anni dei pilastri fondamentali dello sviluppo della cittadinanza, malgrado ciò si segnala ancora, anche in regione, uno scollamento tra il ruolo crescente che le donne vanno assumendo nella società civile e il grado limitato di partecipazione femminile alla vita politica e amministrativa. Diffondere la cultura di genere e delle pari opportunità costituisce un’azione basilare per avviare qualsiasi processo che accresca tale partecipazione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 400 volte, 1 oggi)