Grottammare-Atletico Trivento 1-0
GROTTAMMARE: Domanico, Mauro, Nicolosi, Polenta, Oddi, Vrioni (85′ Curzi), Adamoli, Marcatili, Maraschio, Maccagnan,(59′ Del Moro), Di Felice (76′ Pignotti). A disposizione: Addazi, Pasquini, Marini Bonaiuti. All. Scarfone
ATLETICO TRIVENTO: Quintigliano, Gentile, Ciafardini (10′ Palombizio), D’Aversa, Barbato, Voria (32′ Ferrara- 61′ D’Abate), Leone, Giugliano, Lazzarini, Incitti, Aquino. A disposizione: Argenziano, Mainella, Fratangelo, Totaro. All. Carannante
Arbitro: Calabrese della sezione di Lecco.
 Reti: al 31′ Di Felice (G)
Espulsi: al 71′ il diesse Aniello (G) per proteste.
Ammoniti:Giugliano (A.T.), Barbato (A.T.), Di Felice (G), Maccagnan (G), Palombizio (A.T.), Gentile (A.T.), Leone (A.T.), Marcatili (G).
Angoli: 6-2
Recuperi: 2’+4.
Spettatori: 200 circa di cui una ventina circa quelli provenienti da Trivento ( Campobasso)

GROTTAMMARE-  Un gol nel primo tempo di Mario Di Felice piega la sorprendente matricola Atletico Trivento, decima forza del torneo, e riapre le speranze play out del Grottammare. Si tratta della seconda vittoria interna dei rivieraschi nel torneo (la quinta complessiva) che arriva nel giorno della festa del patrono Sant’ Aureliano. Successo di misura ma meritato che rende giustizia a tutti i punti persi stupidamente e rocambolescamente in questa stagione al Pirani. Gli uomini di Scarfone sono apparsi fin da subito e fino al termine determinati nel giocarsi le ultime possibilità di permanenza in questa categoria. Di contro hanno trovato una squadra  quasi salva che non ha più nulla da chiedere al proprio torneo. Formazione iniziale cambiata per 3/11 quella dei biancocelesti viste soprattutto le assenze degli squalificati Cameli e Rulli e del febbricitante Del Moro (subentrato nella ripresa) con gli inserimenti di Vrioni, Adamoli e Maraschio. Gara dominata in quanto a offensive portate dai padroni di casa ma molto nervosa e combattuta agonisticamente con una lunga sfilza di ben 8 ammoniti inaugurata da Domenico Giugliano marito della campionessa olimpica di scherma Valentina Vezzali presente nella tribuna del Pirani.

Prima del fischio d’inizio come in tutti i campi si è osservato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime del terremoto Aquilano. La cronaca: al 2′ fuga in avanti di Maraschio che giunto in area calciava alto sopra la traversa. Al 26′ cross dalla sinistra di Marcatili (oggi schierato a centrocampo) per Vrioni che schiacciava la sfera di testa sul terreno con rimbalzo che costringeva l’estremo ospite Quintigliano alla deviazione sulla traversa. Al 31′ il meritato vantaggio dei locali con Di Felice che con una azione personale si portava in area dalla sinistra, aggirava Quintigliano ed infilava la porta gialloblu con un preciso rasoterra. Al 53′ ancora Di Felice appoggiava per Maraschio in area, il quale saltava Quintigliano e calciava ma trovava sulla linea di porta Gentile che salvava la propria porta.

Al 56′ lo scatenato Di Felice dalla sinistra metteva al centro dell’area ma nè Maraschio nè Maccagnan arrivavano alla deviazione. Al 65′ Del Moro pescava in area Vrioni che scavalcava Quintigliano con un pallonetto a girare che però risultava corto e sul quale recuperava Gentile che spazzava. Al 71′ veniva allontanato dal campo per proteste  il responsabile dell’area tecnica grottammarese Pino Aniello,  il quale uscendo dal rettangolo si beccava a distanza con il tecnico molisano Carannante.  Al 76′ standing ovation del pubblico locale al momento dell’uscita dal campo di Di Felice (davvero ispirato gol a parte) migliore in campo assieme ad Oddi (attentissimo dietro nelle chiusure).  All’84’ l’ultimo sussulto ancora con Vrioni che servito in area dal nuovo entrato Pignotti calciava forte e sicuro ma trovava la pronta risposta di Quintigliano. Con questa vittoria ora il Grottammare atteso dalla trasferta di Morro d’oro (che oggi ha bloccato il Fano sull’1-1 favorendo il sorpasso in testa della Pro Vasto) allenato dall’ex Amaolo, ha agganciato la Maceratese e si è portato a -2 dal Real Montecchio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.164 volte, 1 oggi)