SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da sempre impegnato nel far fiorire i talenti dell’atletica sambenedettese, per Francesco Butteri è arrivato un importantissimo incarico.
La Fidal, Federazione Italiana di Atletica Leggera, lo ha nominato come responsabile nazionale del settore prove multiple.
Butteri si è sempre impegnato nella preparazione degli atleti, che hanno poi raggiunto gradni risultati. a testimonianza di ciò ci sono i record di Cesare Alessi, di Giuseppe Giorgini, di Adalgisa Vecchiola, delle sorelle Morelli, i titoli e le maglie azzurre conquistate da Karin Periginelli.
Il tecnico ha percorso, proveniente dalla maglia azzurra del bob a quattro, tutte le tappe dello sviluppo dell’atletica sambenedettese, dai tempi della Società Operaia sino ai giorni nostri con la Collection e la Tam, passando attraverso i lunghi anni della presenza nell’Avis.
Risultati tangibili li ha avuti anche dagli alunni del Liceo Scientifico Rosetti dove insegna, coinvolgendo talenti come Mark Nalocca che nel 2008 ha vinto il titolo italiano dei 110 ostacoli nel settore Juniores, stabilendo anche il record nazionale nella disciplina. Ha portato ai successi nazionali inoltre la saltatrice in alto Enrica Cipolloni.
Anche la conquista del titolo italiano da parte di Jennifer Massaccisi dei giorni scorsi si colloca in questa collana di successi. Solo un infortunio al tallone ha impedito all’altra allieva, Enrica Cipolloni, di affiancare la collega sul podio, con il titolo italiano nella categoria juniores che era nelle più scontate previsioni, costringendola quindi ad accontentarsi di un seppur onorevole piazzamento al quarto posto.
La nomina di Butteri e le medaglie dei suoi atleti, dovrebbero essere di sprono alle istituzioni per il miglioramento delle strutture.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.031 volte, 1 oggi)