OCULISTICA. Nei giorni scorsi il reparto di oculistica dell’ospedale sambenedettese è tornato agli onori (o ai disonori) della cronaca. Siamo venuti a conoscenza che l’attuale primario dottor Cocca passa appena un’ora ogni settimana nel reparto che dirige (dirige?) da oltre un anno. Lo abbiamo scoperto perché il “secondo” di Cocca, il dottor Giuliano Finicelli, ha inviato alla direzione ospedaliera e ai sindacati un documento per lamentarsi delle esagerate assenze del primario che, tra l’altro, non si accorge di gravi disservizi che durano da tre mesi.
Il direttore, dottor Giuseppe Petrone, perché non interviene?
Forse ritiene giusto che un primario debba passare appena un’ora a settimana nel reparto che dirige?
Forse ritiene giusto che la “lamentela” di Finicelli possa essere liquidata con la voglia (secondo alcuni) dello stesso di diventare primario?
E’ giusto che Giuseppe Petrone non sia intervenuto con i fatti per rimediare ai disservizi evidenziati molto dettagliatamente da Finicelli? E che la cosa debba prima apparire sulla stampa?
No, non è giusto il comportamento del Direttore generale Petrone: per i motivi suddetti e per il lauto stipendio che percepisce.
GIOVANNI GASPARI. A pagina 2 e 3 di Riviera Oggi presentiamo in esclusiva un’intervista vera al sindaco di San Benedetto della quale va dato merito all’autore (Oliver Panichi) ma anche al primo cittadino che ha dato la propria disponibilità assoluta. Domande a tutto campo e risposte coraggiose che contribuiranno ad una maggiore trasparenza. A volte serve una piccola spinta esterna per dire cose che, da solo, di propria iniziativa non si direbbero mai.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 915 volte, 1 oggi)