SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Domenica, per cause imprecisate, dai botteghini riservati alla vendita dei biglietti per la tribuna è sparito il cartellone indicante che la vendita, per questioni di sicurezza, sarebbe stata sospesa alle 13. Con il risultato che non pochi tifosi, ignari del decreto, hanno iniziato pazientemente a fare la fila per acquistare il tagliando di ingresso. Ma, una volta giunto il proprio turno, si sono sentiti rispondere che gli sportelli erano aperti solo per rilasciare gli accrediti di stampa.

Non ci è voluto molto per infiammare gli animi di qualche sportivo che ha iniziato ad esprimere tutta la propria frustrazione prendendosela con la proprietà che, ad onor del vero, non c’entrava assolutamente nulla. Ci sono stati attimi di estrema confusione che sarebbero potuti degenerare in qualcosa di più serio. Non sarebbe stato molto più semplice o ripristinare il cartellone che riportava l’orario di chiusura oppure affiggerne un altro dove si informava che gli sportelli erano aperti solo per gli accrediti stampa?

Per alleggerire le lungaggini ai botteghini dovute alle nuove norme, e frenare la lenta emorragia di tifosi che rinunciano alla partita per i fastidiosi intralci di cui sopra, forse sarebbe una buona idea ricordare con un vero e proprio battage mediatico che ci sono ben cinque punti vendita dove si può acquistare il biglietto già dal mercoledì. Essi sono: Nuovi Orizzonti in Via Calatafimi, Tabaccheria Marchionni sulla SS16 poco distante dal centro commerciale “L’Orologio”, il “Samb Point” in via Crispi aperto fino alle 14,30 di domenica, e quello di “Porto Grande”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.656 volte, 1 oggi)