NOVAFELTRIA (Pesaro-Urbino) – In sella ad una potente moto ha iniziato superando una lunga coda di automezzi in curva sulla provinciale del Marecchia (Pesaro-Urbino). Poi, tanto per non perdere l’appetito ed intrattenere in modo adeguato la pattuglia di Polizia che gli si era messa alle calcagne, non ha trovato niente di meglio che ripetere “l’exploit” ad un’altra curva.

Dopo essere stato inseguito per almeno cinque chilometri il “centauro kamikaze” ha voluto chiudere in bellezza attraversando con il rosso prima di essere fermato, per sua fortuna e quella degli altri automobilisti. Sicuramente il trentenne motociclista di Novafeltria aveva in cuore il sogno di entrare nel Guinness dei Record e, a giudicare dal risultato, ci deve essere andato proprio vicino.

Difatti, in soli cinque minuti, tanto è durato il folle “raid”, è riuscito ad infrangere ben 11 punti del codice stradale. Risultato: meno 45 punti sulla patente ed una multa di circa 700 euro. Spericolato ma certo non maleducato, visto che, trovatosi davanti agli agenti, si è scusato molto civilmente. I poliziotti hanno apprezzato ma le buone maniere non gli sono certo servite a dimezzare la pena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 879 volte, 1 oggi)