SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Già dalle 16 di lunedì 13 ottobre una buona affluenza di pubblico ha riempito piazza Sacconi e via delle Conquiste, presso il Paese Alto di San Benedetto del Tronto, per una festa di San Benedetto Martire che oltre all’aspetto religioso è stata ricchissima di appuntamenti culturali e vetrina enogastronomica di qualità, una bella occasione d’incontro tra la gente ed i produttori locali.
Nonostante la cancellazione del dibattito “Il pane e l’olio, la dieta mediterranea” a causa della defezione improvvisa del giornalista televisivo Patrizio Roversi, la festa ha saputo offrire un interessante percorso del gusto che si è snodato tra piazza Sacconi, via delle Conquiste e le vie del vecchio incasato. Di gente ce n’era molta.
Di particolare rilevanza l’iniziativa “Pane oggi, sapore di una volta. Festival dei sapori sotto il Torrione” curata dall’ Associazione Provinciale Panificatori Artigiani di Ascoli Piceno che ha permesso di degustare ottimi e genuini prodotti, dando al contempo la possibilità al pubblico di assistere a tutte le fasi della lavorazione e della cottura del pane accompagnate dalla voce dello speaker che ne sottolineava le particolarità e ne spiegava i passaggi.
Presso gli stessi stand era possibile assaggiare specialità nostrane come i “cacciannanz” e degustare varietà di olio d’oliva e bontà da forno tipiche abruzzesi e molisane, mentre lungo via Fileni e via Conquiste è stata allestita un’esposizione di prodotti tipici italiani, a cura della società sportiva Torrione.

Sempre in piazza Sacconi, il maestro Leo Mecozzi si è esibito in una dimostrazione di intaglio scenografico di frutta e verdura e nella lavorazione artistica del cioccolato.
Interessante infine l’appuntamento con “Pane liquido”, alla rotonda Giorgini al centro di San Benedetto, con la degustazione di birre artigianali italiane ed estere accompagnate da stuzzicherie e fritti della tradizione sambenedettese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 593 volte, 1 oggi)