MARTINSICURO – Lavori pubblici e manutenzione del verde oggetto di critiche del Partito Democratico nei confronti dell’esecutivo Di Salvatore.

«Dal primo giugno – scrive Mauro Paci in una nota – sembra che il servizio di pubblica illuminazione sia affidato ad una ditta privata e contemporaneamente i nostri dipendenti continuano a svolgere il normale servizio di manutenzione e comunque non sono stati destinati ad altro servizio». Il consigliere di opposizione contesta alla maggioranza la poca trasparenza con la quale si è proceduto all’affidamento, dato che gli atti ancora non sono stati pubblicati e che nell’operazione non è stato coinvolto minimamente il Consiglio Comunale.

Anche i lavori di sistemazione del lungomare, per il Partito Democratico, rispecchiano una precisa volontà politica: «Il centro destra – prosegue la nota – vuole un lungomare più largo che consenta una maggiore velocità ed una maggiore circolazione delle auto a ridosso della spiaggia. Noi pensiamo che tale scelta sia sbagliata, poichè i turisti vogliono più verde e meno auto, l’intervento auspicabile dovrebbe essere non l’allargamento del lungomare ma la completa ciclopedonalizzazione di quello esistente, realizzando gli accessi al mare da via Roma con strade di penetrazione perpendicolari con parcheggi in fondo».

Le operazioni di ampliamento della passeggiata attraverso la rimozione della siepe offrono spunto a Paci per affrontare anche la questione della manutenzione del verde sul territorio, che attualmente è affidata a ditte esterne. «Non vengono considerate affatto – conclude la nota – le capacità professionali dei nostri dipendenti e le risorse tecniche in possesso del Comune. Non riteniamo giusto che non si faccia un progetto obiettivo almeno per la cura di una parte del verde, vantaggioso per i dipendenti e per l’ente».

Allo scopo il Partito Democratico ha presentato una proposta attraverso cui tutti i lavori per la manutenzione ordinaria del verde pubblico siano effettuati non più da ditte esterne bensì dagli operai comunali, dato che esistono sia nell’organico del Comune adeguate competenze per tale lavoro, sia le specifiche attrezzature, come decespugliatori e macchine diverse.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 354 volte, 1 oggi)