SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di San Benedetto, verrà inaugurata sabato 2 agosto alle 18,30 presso i locali della Palazzina Azzurra, una grande mostra di sculture, “Dall’allievo al Maestro” dedicata a Giuseppe Marinucci e Mauro Crocetta. Circa sessanta le opere plastiche, che rappresentano una sorta di percorso paradigmatico dell’opera scultorea dei due autori.

Giuseppe Marinucci, scultore ascolano classe 1925, è figlio di quella terra picena che, nel corso dei secoli, ha generato illustri personalità nel mondo della poesia, dell’arte, della cultura. Cecco d’Ascoli (al secolo Francesco Stabili), Carlo Crivelli, Adolfo De Carolis, Osvaldo, Licini, Giovanni Allevi solo per citarne alcuni. «Marinucci – scrive Armando Ginesi nel saggio ospitato in catalogo – è stato un manipolatore straordinario della materia, capace di sintonizzarsi con essa per rintracciarne ogni potenzialità dialogica attraverso cui dare voce ai sentimenti».

Mauro Crocetta, artista foggiano, trasferitosi a Martinsicuro, conosce Giuseppe Marinucci nel 1972 e si innamora letteralmente del suo lavoro, al quale dedica analisi critiche fortemente partecipate. Perché riesce subito a penetrare profondamente nella sensibilità dell’autore, decodificandone il linguaggio.

«La mostra dedicata a Giuseppe Marinucci e a Mauro Crocetta – spiega Giancarlo Bassotti – assume un importante funzione didattica, perché dimostra come dal maestro si possa passare all’allievo, con esiti di originalità di entrambi gli orizzonti linguistici; come due sensibilità affini ma ovviamente non identiche, possano muovere da una medesima visione del mondo per svolgerne il racconto con diversi registri tonali ma soprattutto mediante approcci culturali e ideali differenti; insomma come due spiriti in consonanza possano rimanere originalmente se stessi e diversificarsi sul piano delle ermeneutiche di pensiero e di fede».

La mostra, curata da Armando Ginesi – proprio in questi giorni premiato con il “Premio delle Arti e Premio della Cultura” – si avvale del patrocinio della Regione Marche e della Provincia di Ascoli Piceno ed è documentata da un prezioso catalogo con testi dello stesso Ginesi e di Giancarlo Bassotti, ed allestita da Renato Barchiesi per SynService s.r.l.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 796 volte, 1 oggi)