MARTINSICURO – Lungomare da vivacizzare nei periodi estivi per movimentare le serate o da preservare nella sua tranquillità che piace ad uno specifico target di turisti?

Sulla questione, gli operatori turistici si dividono: c’è chi sostiene che ci sia bisogno di un maggior numero di eventi e di chalet che organizzino serate musicali per intrattenere i turisti, e chi considera invece che Martinsicuro è scelta come luogo di vacanza proprio per la sua tranquillità, per le notti senza i rumori molesti e la confusione tipica ad esempio delle città limitrofe.

«In molti si lamentano del fatto che Martinsicuro in estate offra poco in termini di intrattenimento – ha affermato la signora Irene Reichert, titolare dell’hotel Il Casale a Villa Rosa – ma molte famiglie vengono qui proprio per la tranquillità. Abbiamo avuto negli scorsi anni turisti che da Alba Adriatica o da San Benedetto si sono trasferiti in albergo a Villa Rosa non sopportando i continui schiamazzi notturni».

Un tipo di vacanza quindi in cui la mancanza di confusione attira soprattutto i turisti stranieri, e in particolar modo i tedeschi. «Le nostre strutture – ha proseguito Enzo Marchei dell’hotel La Villa – sono pensate per un turismo prettamente familiare, e Villa Rosa d’estate riesce a soddisfare le esigenze di chi vuole trascorrere le vacanze in pace e assoluto relax».

La stessa constatazione la fa Carlo Vallese dell’hotel Falco Azzurro di Martinsicuro, che però vorrebbe comunque vedere la città maggiormente animata in estate: «E’ vero che molti stranieri non amano la confusione e preferiscono l’assoluto riposo – ha affermato Vallese – ma ci sono anche tanti turisti che vorrebbero potersi divertire lungo le strade di Martinsicuro senza per forza doversi spostare altrove. A tal proposito un lungomare con più chalet e una bella passeggiata potrebbe costituire un elemento fondamentale».

«Gli stranieri già sono arrivati in vacanza – ha aggiunto Francesco Tonelli dell’hotel Park di Villa Rosa – e confrontandomi con altri albergatori ho potuto constatare che a Martinsicuro abbiamo molte più presenze in questo periodo rispetto ad Alba e San Benedetto. Segno che ci scelgono per la tranquillità del posto. Per l’estate comunque molti turisti chiedono del Carnevale, e prenotano appositamente nel periodo in cui si svolge, segno che sta diventando un appuntamento consolidato che piace e che costituisce un richiamo turistico importante».

Ma allora come combinare le esigenze e le aspettative dei vari operatori turistici? Gli alberghi non risentono molto della mancanza di “movimento” a Martinsicuro poiché il tipo di clientela che ospitano non sembra molto propenso a servirsene, mentre di parere opposto sono i vari titolari di chalet, che vedono nelle serate musicali e negli eventi organizzati sul lungomare un elemento essenziale per accogliere i turisti nelle serate estive anche nelle loro strutture. Se molti non organizzano più serate di intrattenimento nei propri chalet per via degli orari restrittivi da rispettare (musica permessa fino all’una di notte), il lungomare potrebbe comunque essere ugualmente vivacizzato – soprattutto a Villa Rosa dove si avverte di più la mancanza di intrattenimento – con altre serie di attrattive appositamente studiate per un turismo prettamente familiare, come ad esempio mercatini, spettacoli per bambini, mostre ed esposizioni a tema, animazione varia di artisti di strada, attraverso un programma ben studiato che proponga ogni sera un’occasione per recarsi a Martinsicuro piuttosto che altrove, e trascorrere una serata piacevole di divertimento ma senza la confusione tipica delle località balneari. Certo è che se il tutto fosse abbinato poi ad un lungomare completamente rimesso a nuovo, sarebbe un ulteriore valore aggiunto per scegliere di passeggiare sul litorale truentino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 715 volte, 1 oggi)