MARTINISCURO – L’operato dell’amministrazione Di Salvatore non rispetterebbe alcuni principi previsti dallo Statuto Comunale in materia di pari opportunità e di bilancio di previsione. Il gruppo di opposizione del Partito Democratico ha inviato nei giorni scorsi una lettera alla Prefettura di Teramo e al Difensore Civico della Regione Abruzzo per segnalare le presunte irregolarità messe in atto dall’attuale maggioranza.

«La giunta comunale in carica – si legge nella nota – non comprende la presenza di entrambi i sessi nella sua composizione, in contrasto a quanto disposto dall’articolo 38 dello Statuto Comunale, che prevede inoltre, in conformità con il Testo Unico, anche l’istituzione della Commissione Consiliare per le pari opportunità fra uomo e donna, ma anche questo adempimento è eluso dalla maggioranza».

Il Pd inoltre sottolinea come in fase di redazione del Bilancio Annuale di Previsione 2008 sia mancata la partecipazione dei cittadini, che avrebbero dovuto essere informati sull’iter che si stava elaborando.

«Diversamente da quanto disposto dall’art 71 – prosegue la nota – non è stata fatta la conferenza ordinaria annuale congiunta Comune Associazioni e non è stata garantita la partecipazione della comunità attraverso i comitati di quartiere durante le fasi dell’elaborazione, della definizione e dell’esecuzione della programmazione degli investimenti. Inoltre non si è avuta la consultazione dei cittadini in occasione dell’approvazione del bilancio (art 44)».

Appellandosi all’articolo 2 – secondo cui lo Statuto comunale di Martinsicuro è vincolante per il Comune e ogni atto che si ponga in contrasto con esso risulta pertanto illegittimo – Mauro Paci, Romano Antonini e Ignazio Caputi esortano pertanto le autorità competenti affinché intervengano per ristabilire il rispetto delle regole.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 434 volte, 1 oggi)