SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Martello, giavellotto e disco. Sul piatto, tra Assoluti e categorie Giovanili, ben 18 titoli tricolori che si contenderanno i migliori specialisti d’Italia, tra cui parecchi dei big che, nell’anno olimpico, puntano ad un posto in Nazionale alla prossima Coppa Europa di lanci di Spalato. Sarà tutto questo sabato e domenica prossimi a San Benedetto del Tronto, con la Finale Nazionale dei Campionati Italiani Invernali di Lanci che sbarcano sulla Riviera delle Palme sulle pedane del rinnovato campo di atletica di via Sgattoni.
L’evento è organizzato dalla Collection Atletica Sambenedettese del presidente Stefano Cavezzi e dal Centro Marcia Solestà di Ascoli Piceno, guidato da Vincenzo Ferretti.
Nel disco vedremo all’opera il giovane talento Eduardo Albertazzi (Asa Ascoli), Campione d’Italia 2007 tra gli Allievi, che se la dovrà vedere, oltre che con il compagno di squadra Daniele De Santis, anche con l’altro marchigiano Andrea Botti (Atletica Cento Torri Pavia), accompagnato dal fratello Alessandro, in gara tra le Promesse, insieme al portacolori dell’Atletica Avis Macerata, Alessio Dolciami, vincitore nel 2007 del titolo under 23.
Nel disco assoluto sarà, invece, la volta di un altro ascolano, Nazzareno Di Marco (Bruni Pubbl. Atl. Vomano), pronto allo scontro con l’ex-Avis Macerata, Giovanni Faloci (oggi in forza alle Fiamme Gialle) e Stefano Lomater (Fiamme Oro), anche se i primi due pretendenti al titolo sono i carabinieri Hannes Kirchler e Diego Fortuna. Nel giavellotto occhio a dove atterrerà l’attrezzo dello junior, primatista regionale allievi, Gianluca Tamberi (Asa Ascoli). Tra i big del giavellotto tutto da seguire il duello tra il finanziere Francesco Pignata e l’aviere Daniele Crivellaro, con un agguerrito terzetto di giovani promesse composto da Antonio Fent, Norbert Bonvecchio e Leonardo Gottardo.
Nel martello maschile assolutamente da non perdere la sfida tra le Fiamme Gialle Nicola Vizzoni, capitano della Nazionale azzurra e medaglia d’argento alle Olimpiadi di Sidney 2000, e l’estroso Marco Lingua, primatista stagionale con 75,94 m, senza sottovalutare le martellate del carabiniere, classe 1984, Lorenzo Povegliano. Le Marche in questa specialità saranno, invece, ben rappresentate dall’atleta di casa, azzurro nel 2007 ai Mondiali Allievi di Ostrava, Mauro Biondi (Collection Atletica Sambendettese) e dal carabiniere ascolano Massimo Marussi.
A livello femminile, mentre è ancora in forse, a causa di problemi fisici, la presenza della forte martellista fermana, Azzurra e Campionessa d’Italia in carica, Clarissa Claretti (Aeronautica), si annuncia un bel duello nella gabbia del martello tra la primatista italiana assoluta Ester Balassini (Fiamme Gialle) e la sempre più promettente Silvia Salis (Forestale). Nella stessa gara da seguire la siciliana Laura Gibilisco (Fiamme Azzurre) e, per le Marche, Eleonora Zappitelli dell’Atletica Avis Macerata.
Nel giavellotto non mancherà in pedana la numero uno azzurra della specialità Zahra Bani (Fiamme Azzurre) che se la dovrà vedere con Claudia Coslovich (Fondiaria Sai Atletica). Tra le discobole la favorita è Cristiana Checchi (Forestale), ma occhio anche a Laura Bordignon (Fiamme Azzurre) e Giorgia Baratella (Fiamme Oro), entrambe già oltre i 55 metri.
Inizio delle gare sabato mattina alle ore 10 fino alle 16 in un susseguirsi di sfide tra martello e giavellotto. Domenica si comincia a lanciare alle 10 per l’assegnazione dei restanti titoli con l’ultima gara (disco giovanile) in programma alle ore 17. Ingresso gratuito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.726 volte, 1 oggi)