PicenAmbiente. Federico Olivieri è stato eletto presidente in sostituzione di Gianni Merlini. Chissà come si sarà arrabbiato l’altro pretende alla presidenza?, commenta un nostro lettore. Non giurerei che le cose stanno così.
Sono, invece molto d’accordo, direi completamente, con il commento di un altro lettore che non si trincera dietro l’anonimato e che è un politico praticante. Un distinguo però voglio concedermelo: le sacrosante parole espresse (seppur con una sottile ironia di convenienza) da Paolo Forlì le ho sentite già da altri (lo stesso Olivieri per esempio) per cui attendo il loquace Paolo alla prova del fuoco che vuole essere anche un augurio. Infatti la prova ci potrà essere soltanto quando lui occuperà una posizione di comando o di sottocomando e non la userà a fini personali o a… problemi di maggioranza come sempre accade. A volte mi prende la voglia di darmi alla politica ma credo che lo farò soltanto quando il voto diventerà più consapevole cioè mai. Vista la mia età.
Samb. L’ambiente è galvanizzato dal momento felice della squadra che sta vincendo e convincendo. E’ però sbagliato, secondo me, caricare troppo la gara di Terni. Sia perché c’è anche l’avversario che è forte e determinato, sia perché vincere fuori casa non è mai facile. Motivi in più, però, per ritenere che eventuali tre punti aprirebbero le porte verso traguardi ora impensabili oltre che surriscaldare al punto giusto la settimana (Santa) che precede l’incontro con la capolista Ravenna. Incasso compreso, che non va mai sottovalutato.
Claudio Molinari. Parlando di lui quanche giorno fa dissi che oggi lo vedo pimpante mentre era un po’ moscio (tra virgolette naturalmente) ai tempi di Gaucci. Se l’è presa e me ne scuso pubblicamente chiarendo che voleva essere il sinonimo di riservato. Ai tempi del sanguigno presidente romano, io lo ricordo così.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.098 volte, 1 oggi)