RIPATRANSONE – Come minimo, questo è un luogo che porta bene: Simone Cristicchi, fresco vincitore del Festival di Sanremo, preparò proprio a Ripatransone il tour 2006 “Centro d’Igiene Mentale“, con una serie di prove al Palasport e, quindi, la “data zero” del suo giro musicale per l’Italia, al ritmo di “Studentessa universitaria”, “Vorrei cantare come Biagio”, “Che bella gente”, e quindi cover e lunghi monologhi sui Centri di Educazione Mentale.

Un tema, quello dei manicomi, che Cristicchi ha ripreso nella canzone “Ti regalerò una rosa” con la quale ha vinto il festival dei fiori. I complimenti all’artista arrivano anche dal primo cittadino ripano, Paolo D’Erasmo: «Ricordiamo con piacere i giorni trascorsi insieme al cantante, una persona davvero umile e profonda che credo abbia meritato davvero questo ambito premio».

Ma Simone Cristicchi non è il primo artista che ha consolidato la propria fortuna dopo aver cantato a Ripatransone. Pensiamo a Max Gazzè, Giovanni Allevi, Niccolò Fabi per citare i più giovani ma senza poi dimenticare Francesco De Gregari, Caetano Veloso e Arnoldo Foà. Un parterre di tutto rispetto che grazie al lavoro svolto dall’ Amministrazione Comunale in questi ultimi anni ha visto Ripatransone tra le prime cittadine della provincia nell’ambito dell’offerta di spettacoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 800 volte, 1 oggi)