ALBA ADRIATICA – Giro di vite delle forze dell’ordine contro l’immigrazione clandestina. Quaranta cittadini cinesi identificati, 13 arrestati e 17 espulsi dal territorio italiano, due imprenditori denunciati. Questo il bilancio di un blitz condotto dai carabinieri di Alba Adriatica nei confronti delle comunità cinesi residenti nel comprensorio.

L’operazione segue di qualche giorno la sanguinosa rapina messa a segno, molto probabilmente da cinesi, nei confronti di un loro connazionale titolare di un’agenzia di viaggi nella cittadina teramana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 532 volte, 1 oggi)