FOLIGNO – Il difensore argentino della Triestina Juan Manuel Landaida, classe 1976, ex compagno di squadra di Alessandro Calori nel Venezia, è il nuovo rinforzo per il reparto arretrato rossoblu.

La notizia la dà il presidente Giovanni Tormenti nella sala stampa dello stadio Enzo Blasone, al termine di Foligno-Samb, match valevole per la seconda giornata di Coppa Italia di C. L’accordo col club biancorosso è stato raggiunto in mattinata: il giocatore, grande amico fra l’altro di quel Damian Macaluso che ha lasciato un grande ricordo in Riviera (Landaida infatti ha giocato anche tre stagioni nella massima serie uruguagia, nel Liverpool Montevideo), arriverà in riva all’Adriatico con la formula del prestito gratuito e si aggregherà al gruppo domani o al massimo martedì.

La notizia del rinforzo sudamericano, fa quasi passare in secondo piano la brutta sconfitta rimediata in terra Umbra. Il presidente rossoblu assolve i suoi: «Avevamo tante assenze in organico e, onestamente, nella prima mezzora di gara i ragazzi mi sono sembrati molto emozionati per l’esordio stagionale. Nella ripresa ho comunque ammirato tanta grinta e un comportamento abbastanza buono. Resto ottimista per l’inizio del campionato: sono sicuro che dal mercato arriveranno altri rinforzi».

GIORNATA DI LAVORO PER PAVONE E a proposito di mercato, quella odierna è stata una giornata di lavoro per Peppino Pavone, che in mattinata ha concluso per il citato Landaida, e che poi ha tenuto in piedi i contatti per la punta della Pro Vasto Daniele Morante e per il centrocampista del Bologna Massimo Loviso (’84). Ma andiamo con ordine: per l’attaccante romano Pavone sembra meno arrabbiato rispetto a ieri. «Abbiamo chiarito le cose accadute negli ultimi giorni. Se sono più ottimista? Domani ricominceremo a trattare, inutile sbilanciarsi».

Stesso discorso per Loviso: «Il Bologna sarebbe disposto a cederlo; bisogna vedere cosa ne pensa il ragazzo che, naturalmente dovrà valutare se voler scendere di categoria. E’ un’altra trattativa che porteremo avanti nei prossimi giorni». Del resto è evidente – Foligno (e non solo) insegna: questa Samb, così com’è, avrebbe vita dura nel girone B di terza serie. Tradotto: urgono rinforzi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.389 volte, 1 oggi)