SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tanja Romano, Manuel Megalhaes, Nika Babic, Mauro Mazzoni, Annalisa Graziosi, Debora Sbei. E altri ancora – all’ultimo si sono aggiunti pure Gaia Grandi e Giovanni Dallarda. Atleti di caratura mondiale , di assoluto prestigio i piazzamenti e i risultati conseguiti nel recente passato, che domenica pomeriggio, nel corso del 4° Festival Internazionale di Pattinaggio Artistico, in un PalaSpeca scintillante di colori, luci e suoni, hanno deliziato i presenti – buono il colpo d’occhio del pallazzetto rivierasco; ha sortito gli effetti sperati l’ingresso gratuito – con numeri singoli, in coppia o all’interno di gruppi spettacolo.
Numerosi e tutti di livello, come detto, i partecipanti; ben otto i gruppi spettacolo, provenienti dale Marche e dall’Umbria; fra questi quello della stessa Diavoli Verde Rosa – società sambenedettese di pattinaggio che, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, ha organizzato la quarta edizione del Festival -, che si è esibita in due delle otto coreografie in programma. La prima, “Jesus Christ Superstar?, è coincisa con la chiusura della prima parte della manifestazione, mentre la seconda (“Cats?) ha concluso il Festival – l’intera manifestazione, cominciata cona ventina di minuti di ritardo (attorno alle 15.50), si è sviluppata entro le tre ore, premiazioni comprese – emozionando i presenti con colpi di scena ed effetti particolarmente spettacolari.
E nella citata seconda porzione si sono esibiti due gruppi della Diavoli Verde Rosa, compreso Alessandro Fratalocchi, punta di diamante della società rivierasca, giunto alla seconda convocazione in azzurro e reduce da un primo posto nella Coppa Interland 2004-’05, specialità coppia artistico, insieme a Giada Di Serafino della Castrum Giulianova.
I due giovani anche domenica pomeriggio hanno dato dimostrazione del proprio valore, disimpegnandosi in piroette e ‘figure’ dall’alto coefficiente di difficoltà. Ma è stata l’intera menifestazione ad affascinare e stupire la platea del PalaSpeca, che magari, in un futuro prossimo, potrà essere ancora più numerosa. Se lo augura Ivan Bovara, allenatore della Diavoli Verde Rosa e tra i massimi organizzatori del Festival.
“Un successo come quello di quest’anno non ce lo aspettavamo. Mi riferisco sia al pubblico che ha presenziato all’evento, sia all’attenzione da parte della stampa e delle televisioni?.
Soddisfatto anche Peter Brlec, allenatore sloveno, tra i nomi di richiamo presenti al PalaSpeca, che tra l’altro, sabato e domenica mattina, ha tenuto uno stage di singolo ai quali hanno partecipato tecnici, coreografi e preparatori atletici di spessore internazionale.
“Buona la partecipazione allo stage – ha sentenziato Brlec, che tra i suoi allievi ha avuto la stessa campionessa del mondo Tanja Romano – come numerosa è stato l’apporto degli allenatore?. Un successone, insomma, questo 4° Festival del Pattinaggio Artistico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 702 volte, 1 oggi)