CITTA’ DEL VATICANO – Nella Piazza San Pietro straboccante di fedeli accorsi per i funerali del Papa, abbiamo incontrato anche un cittadino sambenedettese. Alessandro, tra l’altro educatore dell’Azione Cattolica per più di dieci anni, si è recato a Roma nella serata di giovedì, e qui ha dormito in casa di amici.
Sono arrivato a Piazza San Pietro questa mattina sul presto – ci ha spiegato – Sono partito da casa alle 6 e 30 per cercare di trovare un posto per l’ultimo saluto al Papa: vengo qui per dirgli grazie!”
Alessandro, 31 anni, era presente anche cinque anni fa, alla Giornata Mondiale della Gioventù a Tor Vergata: “In quell’occasione ebbi l’impressione che tra il Papa e tutti i giovani presenti ci fosse un rapporto diretto, come se avesse chiamato per nome ognuno di noi. Sarà difficile sostituire Giovanni Paolo II perché per tutti coloro della mia generazione lui è stato l’unico Papa.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 544 volte, 1 oggi)