SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Udc boccia il gioco ad eliminazione dell’opposizione, lanciato attraverso un ironico manifesto e pensato per polemizzare sulle peripezie della Giunta Martinelli. “La sinistra è allo sbando” accusa il segretario comunale del partito, Paolo Turano. “Non avendo niente da contrapporre si affida ad uno spettacolo televisivo diseducativo per le famiglie e dispregiativo dei valori dell’amore della casa e del bene”.
Turano richiama i valori ‘alti’ della politica: “Chi crede nella politica come in un’idea capace di conciliare il desiderabile con il realizzabile, e chi si impegna con le proprie risorse e con le proprie capacità nel migliorare lo stato di salute di una città e dei cittadini che la vivono, non sta di certo giocando al grande fratello”.
Tra gli obiettivi dell’Udc, secondo il segretario Udc, c’è anche quello di rispondere alle sortite polemiche dell’opposizione: “In questi tre anni di amministrazione Martinelli ci siamo impegnati a difendere l’attuale Giunta dagli attacchi polemici di una sinistra che invece di mostrarsi critica e lavorare per proporre soluzioni alternative, investe le proprie energie e scommette su un gioco televisivo”.
Le replica di Turano agli attacchi dell’opposizione si tramuta in un appello agli elettori: “Ai cittadini che responsabilmente hanno votato nel 2001 per la Casa della Libertà, lancio l’invito a riflettere sulla differenza sostanziale esistente tra l’attuale maggioranza e l’attuale minoranza. I primi, impegnati a trovare gli strumenti finanziari necessari per migliorare lo stato dei luoghi di questa città, senza sottoscrizioni di mutui o aumenti di tasse; i secondi capaci solamente di inventare il gioco del grande fratello come strumento di comunicazione per vincere le elezioni del 2006 e tornare al loro tanto amato potere”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 303 volte, 1 oggi)