FOGGIA – Ieri sera presso il Tennis Club sono state presentate le nuove maglie ufficiali dell’U.S. Foggia. Artefici della serata sono stati il patron Coccimiglio e i nuovi sponsor rossoneri: ‘Aquilano’ sponsor ufficiale e la Hummel sponsor tecnico, fornitrice dell’abbigliamento sportivo dei calciatori pugliesi. La novità principale è che scompaiono le bande trasversali rossonere dalla prima maglia, a favore di due bande larghe, una rossa e una nera.
Per quanto concerne la squadra invece, il centrocampista francese David Mounard, sarà presente domenica nella gara che vedrà opposto il Foggia alla Samb di mister Davide Ballardini. Il calciatore ha pienamente recuperato e sarà in gara; a lasciare il posto al centrocampista francese, dovrebbe essere Luca Cichella autore di un’ottima prestazione contro la squadra di Giordano. Purtroppo non vedremo in campo l’italo-svizzero Carmine Pascariello, visto che non è ancora giunto il transfert da parte dell’UEFA.
In città intanto c’è già chi fa i conti, classifica e calendario alla mano. «Se si vince domani, poi ad Avellino e in casa col Benevento allora… ». Al punto che, a gettare acqua sul fuoco, è in qualche maniera costretto il patron Giuseppe Coccimiglio, solitamente il più inguaribile degli ottimisti. «Stiamo calmi, restiamo coi piedi per terra, una partita giocata bene non vuol dire proprio niente».
Già, non una partita giocata bene. Ma qualcosa in più varrà una partita, quella di Reggio Emilia, giocata con autorità e mancando di un soffio il colpaccio esterno con una delle candidate alla promozione. «Valutazioni che col tecnico abbiamo già fatto – aggiunge Coccimiglio – ma senza andare oltre la soddisfazione per la prestazione offerta dalla squadra, anche se resta il rammarico di non aver vinto».
Ieri giornata di rappresentanza per tutta la rosa, tecnici e dirigenti inclusi. In mattinata allenamento a Manfredonia, sul campo in erba della Salvemini «appunto per non rovinare quella dello Zaccheria», polemica questa aperta con l’amministrazione comunale. Nel pomeriggio visita agli stand della fiera del fitness e del tempo libero Sport time, dove tra i più applauditi dal pubblico sono stati gli attaccanti Zoran Ban, Marco Cellini e il trequartista David Mounard, a conferma del fatto che anche il nuovo Foggia sta conquistando l’affetto dei tifosi. «È un affetto che fa molto piacere – sostiene Cellini, l’anno scorso al Montevarchi – perché sarà molto importante durante il corso del campionato, un campionato molto difficile non dimentichiamolo».
Per domani nessun indisponibile. Quasi certo l’esordio tra i pali di Marruocco, con la difesa affidata all’esperienza di Erra. Centrocampo blindato, con Catalano, Stefani e il terzo posto in ballo tra Mounard – come detto pienamente recuperato – e Cichella. Per l’attacco soluzione quasi obbligata per Giannini, praticamente sembra già ricomposto il tridente titolare con l’intuito di Da Silva (autore del gol del vantaggio a Reggio), la potenza e l’esperienza di Ban, la velocità di Cellini. «Sono considerazioni che faremo dopo l’allenamento di rifinitura – argomenta l’allenatore rossonero – ma senza escludere nessuno in maniera definitiva, perché la forza di questa squadra è proprio il gruppo».
Ecco la probabile formazione di domani pomeriggio:
FOGGIA (4-3-3): 1 Marruocco, 2 Sapienza, 3 Filippi, 4 Galeotti, 5 Erra, 6 Catalano, 7 Mounard, 8 Stefani, 9 Da Silva, 10 Ban, 11 Cellini. (12 Efficie, 13 Tomei, 14 Pagliaruolo, 15 Scippo, 16, D’Agostino, 17 Di Gennaro, 18 la Porta) All. Giannini

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 278 volte, 1 oggi)