TORTORETO – Pugni e schiaffi alla guardia giurata al grido di “Io sono il Messia“. E’ una piccola parte della serata piuttosto movimentata che si è vissuta lunedì tra Alba Adriatica e Tortoreto, protagonista indiscusso un 40enne rumeno, residente a Gualdo Tadino (Perugia) che, per qualche strana ragione, si è trovato sulla costa teramana a bordo di una minicar e vestito solo con un paio di slip.

L’uomo, con evidenti problemi psichici, una volta sul lungomare di Tortoreto, ha prima urtato la fontana di via Napoli, all’imbocco sud del lungomare, e poi si è diretto verso la statale 16. Qui ha tamponato anche un’autovettura guidata da un uomo di Tortoreto che nell’impatto è rimasto lievemente ferito, ma il rumeno ha continuato la sua strana corsa come se nulla fosse accaduto.

Nel frattempo, più di un automobilista di passaggio ha allertato le forze dell’ordine e diverse pattuglie del radiomobile di Alba Adriatica si sono messe sulle tracce di questa minicar che è comunque rimasta danneggiata dopo l’incidente. Il 40enne, però, non appena l’auto si è fermata, ha continuato a piedi la sua particolare visita della zona e, dopo qualche minuto, è stato avvistato da un vigilantes all’interno del campeggio “Eucalyptus” nei pressi del lungomare di Alba Adriatica.

A quel punto, la guardia giurata si è avvicinata al rumeno chiedendo cosa stesse facendo e, per tutta risposta, si è visto sferrare un pugno in pieno volto al grido di “io sono il Messia, io sono Gesù” oltre a una serie di frasi senza senso. Il vigilantes, vista anche l’imponente stazza fisica del 40enne, ha cercato rifugio in auto, ma è stato nuovamente raggiunto dall’energumeno che ha sfondato un finestrino e lo ha tirato fuori per continuare a schiaffeggiarlo. Poi si è dato alla fuga sul lungomare e, finalmente, è stato raggiunto da una pattuglia dei carabinieri. Per calmarlo, i militari hanno usato lo spray al peperoncino, anche se pare facesse poco effetto contro furia cieca del rumeno, poi, non senza fatica, sono riusciti a immobilizzarlo.

Sul posto si è portata un’ambulanza del 118 e il medico, su richiesta del sostituto procuratore di turno, ha praticato all’uomo un tso. Il rumeno si trova ora ricoverato nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Giulianova e dovrà ora rispondere di resistenze a pubblico ufficiale, lesioni gravi, danneggiamenti e omissione di soccorso. La guardia giurata è stata poi medicata al pronto soccorso di Sant’Omero, mentre l’automobilista, a seguito del tamponamento lungo la ss16, ha riportato una prognosi di 10 giorni.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 12.327 volte, 1 oggi)