MARTINSICURO – Il Museo di Castrum Truentinum partecipa alle giornate Fai di primavera con due aperture straordinarie al pubblico il 26 e il 27 marzo.

L’iniziativa, giunta alla XIX edizione e organizzata dal Fondo Ambiente Italiano, si svolgerà contemporaneamente in 660 siti che hanno aderito (musei, giardini, chiese, aree archeologiche, percorsi naturalistici).

Quest’anno, grazie all’interessamento della delegazione Fai di Ascoli Piceno e della presidente Alessandra Stipa, anche a Martinsicuro sarà possibile visitare il patrimonio culturale cittadino custodito nel Museo Archeologico, nelle due giornate di sabato 26 marzo e domenica 27, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

L’ iniziativa, fortemente voluta e promossa dal Comune di Martinsicuro con il patrocinio della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Chieti, anticipa le iniziative che in primavera vedranno l’Antiquarium nuovamente aperto al pubblico e protagonista di una serie di iniziative.

“L’inserimento della nostra struttura museale all’interno delle giornate Fai è segno evidente dell’importanza culturale che sta acquisendo il museo di Castrum Truentinum – ha affermato il consigliere delegato alla Cultura Massimo Vagnoni – L’interesse storico, culturale e artistico dell’intera struttura ha costituito, e costituirà per il futuro, un valore aggiunto dell’offerta turistica della nostra città, anche e soprattutto nell’ottica di una destagionalizzazione dei flussi turistici. In tale prospettiva particolarmente importante sarà il contributo degli operatori turistici nella promozione della struttura”.

Il Comune sta infatti portando avanti iniziative volte a promuovere il Museo Archeologico sul territorio, collaborando con l’Archeoclub e il Cea Scuola Blu, con cui si sono organizzati numerosi eventi nella Torre di Carlo V. Ma l’amministrazione comunale sta anche definendo un protocollo di intesa con il Comune di Cupra Marittima, sul cui territorio ci sono importati siti archeologici. L’intento è quello di organizzare visite guidate per la reciproca promozione del patrimonio storico e archeologico e delle rispettive realtà museali. “Solo operando in rete con le altre istituzioni del territorio – ha aggiunto Vagnoni – si potrà raggiungere l’ambizioso obiettivo di valorizzare al meglio il nostro patrimonio storico e ambientale”.

L’apertura del Museo Archeologico di Martinsicuro è stata inserita nel sito Fai. Inoltre le due giornate presso l’Antiquarium di Castrum Truentinum presenteranno una particolarità, poiché che ci saranno delle guide d’eccezione, con gli “Apprendisti Ciceroni” del Liceo Classico Leopardi di San Benedetto che condurranno i visitatori all’interno del museo. Il gruppo di studenti coinvolti, coordinati dal professor Fabio Rosei, hanno effettuato alcuni incontri al Torrione studiando il percorso di visita e preparandosi sugli aspetti storico-artistici della struttura.

“I ragazzi – ha concluso Vagnoni – hanno trattato anche tematiche inerenti la valorizzazione dei Beni Culturali, quanto mai attuali. Un’occasione unica quindi che permette di unire alla conoscenza delle bellezze storico-artistiche e naturali un valore imprescindibile come quello dell’educazione e della formazione per i giovani”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 233 volte, 1 oggi)