SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le parole di Manolo Manoni, tecnico rossoblù, al termine di Samb-Chieti 1-2: “Ne ho viste tante di partite, ci sono stati momenti in cui la squadra ha fatto bene ma per pochi tratti. Se fosse andata in modo diverso, il merito non sarebbe stato mio. Sono riemerse problematiche già viste.

È stato un mix di cose, da parte nostra è normale che in certe situazioni si debba uscir fuori meglio.

Società? Sono sincero, non mi sono mai fatto certe domande prima, ma non era mio interesse. Mi sono sempre soffermato sul mio lavoro. Sono tante situazioni che dobbiamo lasciare fuori in questo momento. Il Presidente mi ha fatto sentire la determinazione di invertire la rotta, a prescindere da altre situazioni: se c’è un cambio d’allenatore le problematiche ci sono. Da parte sua ho sentito una voglia di migliorare”. 

Di seguito le dichiarazioni rilasciate ai nostri microfoni da Mauro Chianese, allenatore dei neroverdi: “La squadra è molto giovane ma non ha avuto paura di uno stadio del genere, e anche se hanno all’anagrafe un’età piccola sono degli uomini, e l’hanno dimostrato anche oggi. Io all’andata non c’ero, sono subentrato, e sono cambiati anche gli interpreti. Però neanche all’andata la squadra avrebbe meritato un passivo simile (la Samb vinse 3-0, ndr), perché si era comunque espressa bene. Adesso penso che abbiamo meritato, riprendendoci anche quel che c’era mancato all’andata. Espulsione? Non ho detto assolutamente nulla, è stato il mio dottore che ha detto una cosa al guardalinee, che ha pensato fossi stato io.”