TERAMO – Blitz contro le sostanze stupefacenti, e non solo, nel Teramano.

I carabinieri di Pineto, nella mattinata del 27 luglio hanno fermato un 43enne di Atri, in provincia di Teramo.

“L’uomo al controllo è apparso particolarmente nervoso, cosicché i militari hanno pensato bene di perquisigli l’auto, all’interno della quale hanno rinvenuto circa un grammo di cocaina – affermano i militari in una nota – A questo punto, vista la situazione, la perquisizione è stata estesa al suo domicilio di Atri, dove i Carabinieri hanno trovato altri 14 grammi dello stesso stupefacente, nonché un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. Ma la sorpresa più grande è stata quella di rinvenire, oltre alla cocaina, gran parte della refurtiva che era stata rubata, lo scorso giugno, presso un’azienda vicina. La droga è stata sequestrata, mentre la merce rubata, consistente in gel igienizzanti ed altre sostanze sanitizzanti, per un valore complessivo di circa 5 mila euro, è stato restituito al titolare dell’azienda derubata”.

Il fermato, quindi, al termine delle formalità di rito in caserma è stato riportato a casa, agli arresti domiciliari.

“Dovrà rispondere dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione” concludono dall’Arma.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.