NOTARESCO – Quello che sembrava un normale controllo di routine ha portato alla luce qualcosa di più anomalo e losco.

Nel pomeriggio di oggi, 17 giugno, durante una normale servizio di pattuglia, lungo la S.S. 150 a Notaresco i carabinieri locali, increduli, notavano fermo in panne per un guasto alla sua auto un 50enne di Notaresco, il quale sarebbe dovuto essere a casa sua poiché sottoposto agli arresti domiciliari.

La perquisizione personale effettuata dai militari permetteva di rinvenire circa 2 grammi di eroina. I militari così riaccompagnavano l’uomo a casa, cogliendo di sorpresa la sua compagna, una 41enne, che alla vista dei militari tentava di disfarsi di un involucro, poi recuperato e contenente altri 60 grammi di eroina. In casa sono stati rinvenuti anche due bilancini di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

Il tutto è stato sottoposto a sequestro e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria. Entrambi sono stati arrestati in flagranza del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio, mentre l’uomo dovrà rispondere anche del reato di evasione.

Dopo le formalità di rito in caserma, l’uomo è stato condotto in carcere, mentre la convivente è stata posta agli arresti domiciliari.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.