MONTEPRANDONE – Prevenire è meglio che curare. Ma non stiamo parlando di uno slogan di un vecchio spot televisivo, ma dell’attività in corso a Monteprandone in merito alla pulizia dei fossi. In questi giorni è in corso l’intervento sul Fosso delle Mandrie mentre nei prossimi giorni sulla parte terminale del Fosso dei Galli, si completerà il più ampio progetto di manutenzione ordinaria e straordinaria dei corsi d’acqua su tutto il territorio di Monteprandone.

Una ditta incaricata dal Consorzio di Bonifica delle Marche si sta occupando di liberare i fossi dalla vegetazione, da materiale terroso, pietre e sedimenti che, depositandosi sull’alveo e nelle parti finali dei corsi, ostacolano il normale deflusso delle acque.

Le operazioni di pulizia, infatti, rientrano nella Convenzione sottoscritta dal Comune di Monteprandone e dal Consorzio Bonifica Marche per le manutenzione ordinaria e straordinaria di corsi d’acqua, in particolare per la progettazione, direzione degli interventi e la loro realizzazione. L’importo complessivo dell’intervento è pari a 50 mila euro provenienti da fondi comunali.

“Negli anni siamo già intervenuti sui fossi Valluccio, Centobuchi, Nuovo e Sant’Anna – spiega l’assessore ai lavori pubblici e all’ambiente Fernando Gabrielli – con questi ultimi lavori su Fosso delle Mandrie e Fosso dei Galli concludiamo la pulizia di tutti i corsi d’acqua. La scorsa settimana, inoltre, abbiamo firmato con il Consorzio un nuovo schema di convenzione che prevede ulteriori lavori per un importo di 35 mila euro. Ripartirà così un nuovo ciclo di interventi di pulizia, anche sui fossi minori, che, siamo certi, servirà


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.