MONTEPRANDONE – Appuntamento sociale e culturale.

Il 13 maggio, al centro Pacetti di Centobuchi dalle 18.30, arriva “E adesso basta!!!”, iniziativa a cura dell’associazione “C’era una Volta” con il patrocinio del Comune di Monteprandone.

“Tutto inizia i primi mesi di ottobre – raccontano Linda Quinzi e Clelia Spotorno dell’associazione – quando decidiamo di parlare di un tema molto delicato, così vicino ai ragazzi. Loro ci raccontano di scene violente a cui assistono o addirittura in cui sono coinvolti. Ci parlano di indifferenza da parte dei compagni e alcune volte anche da parte degli insegnanti. È la frase ‘lascia perdere’ che a loro fa più male – affermano le due – ‘Lascia perdere’ non risolve i problemi”.

“È da lì che decidiamo di affrontare il tema della libertà collegato al bullismo e soprattutto al cyberbullismo con giochi e trainer motori volti a sviluppare empatia tra di loro, per arrivare a capire che io sono anche gli altri – dichiarano Linda Quinzi e Clelia Spotorno – Nella seconda fase arriva il copione, scritto interamente da noi, che parla dei loro racconti e di tanti ragazzi che da vittime non sono mai riusciti a salvarsi”.

Ma c’è un modo per salvarsi e per salvare gli altri: ed è dire basta – proseguono –  Con questo spettacolo si affrontano in maniera delicata temi di cronaca, quella cronaca che non vorremmo mai sentire. È una storia che denuncia la seduzione del web, quel mondo virtuale in cui tutti si buttano, troppe volte senza paracadute. Fa capire ai ragazzi, e anche a noi grandi, quanto un pugnale possa nascondersi nella mano che fa un ‘pollice in su’. Vi aspettiamo allo spettacolo, sarà molto interessante”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.