SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Porto d’Ascoli provincia del Salento, almeno per una sera.

Festival dell’Agraria, in attesa dei Sud Sound System

Ciò è successo nella serata del 30 aprile al Festival dell’Agraria. Il trio pugliese Don Rico, Nando Popu e Terron Fabio hanno fatto ballare a ritmo di reggae i tantissimi presenti: molte le persone provenienti anche dai Comuni limitrofi.

Festival dell’Agraria, sul palco salgono i Sud Sound System

Tra i pezzi cantati dai Sud Sound System, le amatissime “Le radici ca tieni” e “Sciamu a ballare”. Le note della musica raggamuffin e dancehall reggae, che combina ritmi giamaicani e sonorità locali (come l’uso del dialetto salentino e le ballate di pizzica e tarantella), sono state ‘sparse’ in aria per circa due ore.

Festival all’Agraria, Sud Sound System con “Le radici ca tieni”

I cantati hanno interagito con il pubblico più volte e ringraziato San Benedetto per l’ospitalità. All’inizio si è verificata una piccola gaffe con saluti continui all’Abruzzo e agli abruzzesi ma poco dopo è stato chiesto ‘perdono’ per l’errore e corretto il tiro: “Ci scusiamo con voi marchigiani, popolo bellissimo. Purtroppo il tanto vino bevuto ci ha confuso” hanno affermato scherzosamente. I salentini hanno inoltre reso onore al Lecce, neopromosso in serie B, ma anche omaggio alla Sambenedettese indossando una maglia rossoblu durante l’esibizione.

Festival dell’Agraria, Sud Sound System sul palco con la maglia della Samb

A parte l’iniziale ‘errore geografico’, il concerto è stato molto gradito dalla folla presente. Presa d’assalto anche l’area vicina riservata allo street food che quest’anno ha visto molteplici specialità gastronomiche di varie regioni d’Italia ma anche dall’estero come la carne argentina. Il tutto accompagnato da una buonissima birra artigianale. Non è mancata la classica pesca, gioco amato soprattutto dai più piccini.

Festival dell’Agraria, Sud Sound System con “Sciamu a ballare”

Oggi è andato in scena il terzo giorno del Festival che fino ad ora ha riscosso un buon successo anche nelle due serate precedenti con l’esibizione dei Vizi e Virtù (Vasco Rossi Tribute), il contest fra band emergenti (prima del live del gruppo salentino si sono esibiti i gruppi Eightysound, vincitori del premio della giuria popolare e Sleimers, vincitori del premio della giuria di qualità) e il concerto con Fry dei Modena City Ramblers. Adesso arriva l’ultimo appuntamento, il più sentito.

La giornata del primo maggio vedrà molteplici iniziative, per grandi e piccini, e i concerti di Radici nel Cemento e Tim Mcmillan & Rachel Snow.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.