SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ieri la Giunta di San Benedetto ha approvato il bilancio di previsione per il triennio 2018-2020. Tra i dati e le informazioni che ne possiamo trarre ci sono le nuove tariffe comunali e, per esempio, il piano delle opere pubbliche che contiene anche i 3,6 milioni previsti per la riqualificazione, tanto discussa, della piscina Comunale. In questo senso, dopo il consiglio comunale che dovrebbe approvare il previsionale (data più probabile il 10 febbraio) è probabile che entro qualche settimana, a partire dalla data di approvazione, venga pubblicato anche il bando di assegnazione del famoso project financing.

Tra i documenti utili anche il nuovo piano alienazioni, ovvero l’elenco degli immobili di proprietà che il Comune ha deciso di mettere in vendita. Si tratta di sei fra lotti e edifici da cui viale De Gasperi conta, in teoria, di trarre circa 3 milioni di euro. Diciamo in teoria perché, per esempio, per quanto riguarda l’edificio di via Leopardi (ex Ipsia sezione odontotecnici) questo era già nel piano di alienazioni del 2017 per 980mila euro. L’asta però è andata deserta e allora il prezzo è sceso a 950 mila euro. Nel 2018 il comune mette in vendita anche l’area di via Tonale per circa 300 mila euro e, fra le altre anche l’ex casa parcheggio di Via Saffi per una cifra vicina ai 120 mila euro.

Il prezzo più alto però è per l’edificio di via Golgi, ex sede della scuola Curzi, che va in vendita per 1 milione e 450 mila euro ma a partire dal 2019. L’eventuale cessione dell’immobile, a questo punto, potrebbe servire per completare il lungomare. Sempre nel 2019, infatti, il nuovo piano opere pubbliche imputa 1,3 milioni per la riqualificazione del tratto di lungomare che ancora manca all’appello.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.620 volte, 1 oggi)