MONTEPRANDONE – Sette mesi senza una vittoria al Colle Gioioso. L’ultima il 10 aprile scorso, in B, contro Vasto. Il lungo digiuno casalingo sta condizionando l’avvio di stagione in serie A2 dell’Handball Club Monteprandone. Strada in salita a prescindere, figuriamoci se davanti al proprio pubblico continui a non macinare punti. Doppia sconfitta interna al pronti via e adesso la prospettiva di ospitare la capolista, succederà sabato alle18 (arbitrano Cimini e Ciotola).

Faenza scende nelle Marche reduce dal filotto di 5 vittorie consecutive (lo stesso ha fatto Nonantola). Avversario tostissimo, insomma. A Monteprandone, terzultimo con un pareggio appena all’attivo, servirà l’impresa. Al cospetto di una squadra, Faenza, che annovera giocatori di livello, su tutti i fratelli Emanuele e Matteo Folli e l’italo argentino Vanoli, tutti con un passato a Imola in serie A1.

“Sono una formazione esperta, al comando del girone non a caso” commenta il coach monteprandonese, Andrea Vultaggio. “Sappiamo che sarà durissima, ma in queste prime 5 giornate hanno sempre concesso qualcosa all’avversario. Ecco, speriamo di essere i primi ad approfittarne” auspica Vultaggio.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 73 volte, 1 oggi)