MONTEPRANDONE – In una sala consiliare gremita, si è tenuta martedì 31 ottobre, la cerimonia di premiazione degli atleti di Monteprandone che si sono contraddistinti per i risultati sportivi ottenuti nelle rispettive discipline.

A ricevere in premio una targa sono stati:

Francesco Nespeca, campione mondiale di tiro a volo paralimpico;

Anais Pedroni, Giosuè Neve e Andrea Di Paola, talentuosi pattinatori della società Roller Green;

Rebecca Orsetti, campionessa europea di vela della Lega Navale Italiana di San Benedetto;

Asja Di Donato, giovane promessa del karate dell’associazione sportiva dilettantistica Navy Seals.

Una menzione speciale è andata al giovane Leonardo Del Moro della società Ruffini Team che ha conquistato solo domenica scorsa la medaglia di bronzo ai campionati italiani juniores di pugilato.

Nel saluto iniziale la Presidente del Consiglio Daniela Morelli, a nome di tutto il Consiglio comunale, ha sottolineato come questa festa dello sport sia stata intesa nel suo significato più autentico e genuino: “lo sport è educazione ai valori di lealtà, correttezza, competizione e, in senso educativo, volto alla vittoria del migliore. I migliori oggi vengono premiati”.

Nel suo intervento il Vicesindaco e Assessore allo sport Sergio Loggi ha ringraziato le famiglie e gli allenatori e ricordato l’impegno dell’Amministrazione comunale in materia di politiche sportive: “negli anni questa Amministrazione ha potenziato gli impianti sportivi, sostenuto tutte le società e fatto crescere tutte le discipline sportive anche quelle che spesso vengono considerate minori”.

In sala consiliare c’era anche il campione olimpionico di tiro a volo Massimo Fabbrizi, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra 2012 che ha spronato i giovani atleti a proseguire nell’attività sportiva. “Vi faccio l’in bocca al lupo – ha detto Fabbrizi – spero che riusciate a portare ancora alto l’onore del nostro Paese. Fare sport è uno stile di vita e anche sacrificio, ma risultati così ripagano di tutte le fatiche”.

La cerimonia è proseguita con la consegna delle targhe ai giovani atleti da parte di Fabbrizi, del Vicesindaco Sergio Loggi e del sindaco Stefano Stracci che, al termine della premiazione, ha salutato i tanti presenti con queste parole.

“Abbiamo voluto questo momento per festeggiare i nostri campioni – ha sottolineato Stracci – che, per fortuna, sono tanti. Attraverso di voi, abbiamo messo in evidenza il merito. Troppo spesso la nostra società si dimentica del merito. Abbiamo bisogno di esempi. Lo sport è il paradigma della vita: si fanno tanti sacrifici, ci si mette in gioco e non sempre i risultati arrivano. Quando arrivano i risultati, è giusto che tutta la comunità li condivida e festeggi con i suoi atleti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 349 volte, 1 oggi)