SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Su proposta dell’assessore alle politiche sociali Emanuela Carboni, nell’ultima riunione la Giunta comunale ha adottato un atto che da il via ad un partenariato sperimentale con l’associazione “Ora et Labora” di San Benedetto del Tronto per attuare un progetto di mediazione abitativa destinato a gestire le situazioni emergenziali di cittadini residenti.

“Quest’associazione si è già dimostrata molto attiva nella collaborazione offerta al Comune nelle situazioni di disagio presenti nelle roulotte e camper che stazionavano in zona portuale – dice l’assessore Carboni – vogliamo ora formalizzare questa collaborazione, anche se in chiave sperimentale fino alla fine dell’anno, che ha forme diverse rispetto a quelle sin qui sperimentate. L’associazione infatti si fa carico di mediare con i proprietari per la stipula di contratti di affitto di abitazioni da destinare a persone singole che, le ragioni più varie, non hanno più un’abitazione perché non hanno più un reddito. Inoltre l’associazione, alle cui spese il Comune compartecipa con un contributo, sostiene la persona nella ricerca di un lavoro o comunque di un sostegno, anche sanitario quando le condizioni psicofisiche lo richiedono”.

“Per noi l’apporto del mondo del volontariato sciale è fondamentale – aggiunge il sindaco Piunti – perché il Comune non ha risorse economiche e umane sufficienti a seguire tutti i casi. Questa collaborazione con “Ora et Labora” ha una caratteristica particolare, quella di avviare forme di convivenza tra queste persone in ambienti sani e idonei come gli appartamenti per i quali l’associazione, con il supporto del Comune che segnala i casi meritevoli di tutela, funge da garante nei confronti dei proprietari”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 268 volte, 1 oggi)