SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo una serie di incontri con i sindacati, con cui Piunti ha avuto diversi faccia a faccia nelle ultime settimane (gli ultimi incontri il 14 e il 20 aprile n.d.r.) questa mattina, 5 maggio, la Giunta ha potuto ratificare quella che è, a tutti gli effetti, una piccola “rivoluzione” nelle posizioni organizzative dell’ente.

Per posizioni organizzative si intendono gli specifici incarichi (che danno diritto a una parte variabile di compenso per il raggiungimento di determinati obiettivi programmatici) individuati nei meandri dei servizi del Comune, con una posizione organizzativa che si esplica in genere nello svolgimento di un lavoro di direzione caratterizzato da un particolare grado di autonomia organizzativa rispetto a un normale incarico all’interno dell’ente. Con la delibera di oggi, la Giunta, per questa particolare disciplina, ha previsto l’istituzione di tre nuovi servizi: Infrastrutture Digitali, Contenzioso e Recupero Crediti e un terzo servizio che dà seguito alla delibera del Consiglio Comunale costituendo all’interno degli uffici di Viale De Gasperi la Centrale Unica di Committenza.

Accanto all’implementazione dei servizi c’è stata una contestuale riduzione delle suddette posizioni organizzative che passano globalmente da 30 a 20 e vengono ridotte anche in durata. Se prima un incarico infatti poteva durare tre anni o addirittura legarsi all’intero mandato del Sindaco, per decisione dello stesso primo cittadino adesso gli incarichi avranno durata annuale “per monitorare meglio lo stato di avanzamento degli obiettivi programmatici” commenta lo stesso Piunti all’uscita dalla riunione di Giunta. Insomma anno per anno si valuterà l’efficienza di ogni singola posizione organizzativa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 691 volte, 1 oggi)