ANCONA – Crolla un ponte sull’A14, tra Ancona Sud e Loreto nel primo pomeriggio del 9 marzo, all’altezza di Camerano: due sono le vittime accertate, e due feriti. Le vittime sono Antonella Viviani ed Emidio Diomede, 54 e 60 anni, residenti a Pagliare del Tronto, frazione di Spinetoli.

ORE 18.25 Sono tre gli operai feriti. Di origine rumena. I primi due si trovano nel pronto soccorso dell’ospedale di Torrette ad Ancona, dove sono sottoposti ad accertamenti. Il terzo, ferito lieve, è stato portato nell’ospedale di Osimo.

ORE 18.25 La Procura di Ancona ha aperto un’inchiesta sul crollo del ponte sull’A14. Titolare è il pm Irene Bilotta, che ha aperto un fascicolo. L’ipotesi di reato è, per il momento, di omicidio colposo plurimo. L’area è stata posta sotto sequestro. Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sta predisponendo l’istituzione di una commissione ispettiva di esperti del dicastero per analizzare e valutare quanto accaduto. Il decreto di nomina verrà firmato dal Ministro Graziano Delrio

ORE 18:15 IL SINDACO DI SPINETOLI Alessandro Luciani: “Erano una famiglia pagliarana doc, io li conoscevo bene e li stimavo, per loro ero quasi come un figlio. Ero molto amico con i figli Daniela e Daniele. Antonella ed Emidio erano una coppia molto unita anche nel lavoro e molto attivi nel paese anche a livello di associazioni sportive. La tragedia fa riflettere, evidentemente non tutto è funzionato al meglio perché non bisognava far fluire il traffico autostradale senza che il ponte fosse sicuro. Sarò presente ai funerali e porgo alla famiglia e ai conoscenti le condoglianze mie e di tutta la città”.

ORE 17.25 Autostrade per l’Italia comunica che, sulla base delle informazioni al momento acquisite, le attività di sollevamento del cavalcavia interessato dall’incidente erano state completate alle ore 11.30. Al momento dell’incidente, alle 13 circa, il personale stava realizzando attività accessorie. Sul cantiere, peraltro, era presente l’ingegnere responsabile tecnico dei lavori per la De.L.A.Be.Ch. La società De.L.A.Be.Ch è una società specializzata con qualifiche di legge per i lavori in oggetto e munita di certificazione delle società Protos, Bureau Vertitas e Accredia. La stessa società aveva eseguito analoghi lavori su altri cavalcavia della stessa tratta. Autostrade per l’Italia ha già messo a disposizione della magistratura tutti gli elementi contrattuali relativi all’affidamento dei lavori. Si stanno acquisendo tutti gli elementi per ricostruire la dinamica dell’evento, partendo dai documenti progettuali elaborati dalla Delabech stessa.

ORE 17.20 AUTOSTRADE PER L’ITALIA Sono state istituite le uscite obbligatorie sulla Ss 16 Adriatica in corrispondenza dei caselli di Ancona sud in direzione Bologna e di Loreto in direzione Bari. Ai caselli si registrano circa  2 chilometri di coda, in aumento. Visti i tempi non brevi di ripristino della circolazione si consiglia, per le lunghe percorrenze, da Bologna verso l’Abruzzo e la Puglia di percorrere la A14 fino a Cesena per poi prendere la E45 Cesena-Orte, immettersi in A1 poi in A24 direzione Teramo o A25 direzione Bari. Per le percorrenze dal nord in direzione della Puglia si consiglia l’utilizzo dell’A1 fino a Napoli e della A16 Napoli-Bari. Percorsi inversi per la direzione sud-nord.

ORE 17 “NON ABBIAMO PAROLE “Emidio e Antonella erano in viaggio a bordo della loro Nissan per un controllo a seguito di un recente intervento medico subito dalla donna. Stavano andando all’ospedale regionale di Torrette di Ancona. “Non abbiamo parole, siamo sconvolti”, afferma Massimo Calvaresi, compagno della figlia Daniela. “Quello che è accaduto è assurdo, considerando anche quello che è accaduto pochi mesi fa nel Nord Italia”. Emidio e Antonella lavoravano insieme da sempre, gestivano una ditta tessile di Colli del Tronto.

ORE 16:20 La coppia coinvolta nell’incidente è di Pagliare del Tronto, Emidio Diomede, 60 e Antonella Viviani, 54.La coppia era sposata da 36 anni. Avevano due figli, un ragazzo e una ragazza, molto conosciuti in Provincia e a San Benedetto. Il figlio, Daniele Diomede, ha coperto il ruolo di team manager della Sambenedettese Calcio per un anno e mezzo, fino allo scorso mese di dicembre. La figlia gestiva il noto stabilimento balneare Americo di San Benedetto.

La nostra redazione porge le più sentite condoglianze alla famiglia.

ORE 16:15 Dall’Ansa: “I feriti sono due operai romeni di 56 e 46 anni. Sono precipitati da un’altezza di circa sei-sette metri: il più anziano si è fratturato un polso e ricorda tutto quanto è accaduto. L’altro invece apparentemente non avrebbe riportato fratture, ma non ricorda gli attimi dell’incidente”.

ORE 16 Sono una coppia, marito e moglie originari della provincia di Ascoli Piceno ma residenti nel Teramano, le due vittime del crollo del ponte sull’A14 fra Ancona sud e Loreto. Lo ha confermato all’Ansa, il dirigente della Polizia stradale delle Marche Alessio Cesareo. La coppia viaggiava a bordo di una Nissan Qashqai, travolta dal crollo del ponte, lungo il quale erano in corso lavori di manutenzione, a cura di due diverse ditte. I feriti, ricoverati nell’ospedale di Ancona, sono due operai impegnati nei lavori

ORE 16 RaiNews24: “”Vittime originarie dell’Ascolano, residenti nel Teramano””

ORE 15:50 Repubblica.it scrive che i due morti sono una coppia di sessantenni, marito e moglie, della Provincia di Ascoli. Percorrevano la strada in direzione nord, erano artigiani.

ORE 15 Autostrade per l’Italia spiega in una nota che il ponte crollato lungo l’A14 era una struttura provvisoria posizionata a sostegno del cavalcavia, che era chiuso al traffico. Il crollo è avvenuto nell’ambito dei lavori di ampliamento a tre corsie dell’A14 nel tratto tra Ancora Sud e Loreto.

VIDEO DIRAMATO DAI VIGILI DEL FUOCO SULLA PAGINA TWITTER

Sull’A14 Bologna-Taranto è stata disposta la chiusura del tratto tra Ancona sud e Loreto in entrambe le direzioni a causa del crollo di un ponte avvenuto alle ore 14 all’altezza del km 235,8. A darne comunicazione è il sito Autostrade per l’Italia.

All’interno del tratto chiuso il traffico è bloccato con 2 chilometri di coda verso Pescara ed un chilometro di coda verso Ancona. Ma è prevedibile un aumento delle code.

Chi è diretto a Pescara, dopo l’uscita obbligatoria di Ancona sud, dove si è formato un chilometro di coda a partire da Ancona nord, è possibile rientrare in autostrada a Loreto dopo aver percorso la Strada Statale 16 Adriatica per circa 15 chilometri.

Percorso inverso per chi procede in direzione di Ancona.

Sul luogo dell’evento sono presenti il personale di Autostrade per l’Italia, la Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco e tutti i mezzi di soccorso. Si temono dei morti a causa del crollo.

I Vigili del Fuoco, sulla pagina ufficiale Twitter, confermano il decesso di due persone. Interventi ancora in corso.

Autostrade per l’Italia spiega in una nota che il ponte crollato lungo l’A14 era una struttura provvisoria posizionata a sostegno del cavalcavia, che era chiuso al traffico. Il crollo è avvenuto nell’ambito dei lavori di ampliamento a tre corsie dell’A14 nel tratto tra Ancora Sud e Loreto.

Secondo una prima ricostruzione, una sola autovettura sarebbe rimasta coinvolta, e due morti si sarebbero trovati a bordo di quell’auto. Feriti invece sarebbero due operai. Al momento il tratto interessato è chiuso in entrambe le direzioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 55.841 volte, 4 oggi)