MONTEPRANDONE – C’è tempo fino al 31 marzo 2017 per ottenere l’esonero dal pagamento delle sanzioni e degli interessi nei provvedimenti di ingiunzione fiscale notificati dal Comune di Monteprandone o dalla SOGET (Società di gestione delle entrate e tributi).

Come previsto dal regolamento approvato dal Consiglio comunale, possono presentare la domanda  cittadini o imprese che hanno ricevuto dal 1.1.2000 al 31.12.2016 un’ingiunzione fiscali  per il mancato pagamento di ICI (Imposta comunale sugli immobili) e Tarsu (Tassa rifiuti solidi urbani) a seguito di accertamento o per una sanzione amministrativa al Codice della Strada.

Nel caso dei tributi è previsto l’esonero dal pagamento delle sanzioni, mentre per le multe è possibile essere esonerati solo dal pagamento degli interessi e delle maggiorazioni.

La definizione agevolata prevede la possibilità di rateizzare il debito. Il pagamento può essere effettuato con rata unica o dilazionato fino a cinque. Il contribuente, al momento dell’istanza, deve indicare se intende effettuare la rateizzazione o pagare in un’unica soluzione.

La domanda deve essere effettuata utilizzando il modello scaricabile dal sito www.comune.monteprandone.ap.it oppure disponibile all’Ufficio Tributi, piano terra, Delegazione comunale di Centobuchi e presentata all’Ufficio Protocollo oppure via raccomandata A/R oppure via PEC comune.monteprandone@emarche.it.

“Presa in seguito a disposizioni del Governo centrale – spiega l’assessore ai tributi Emerenziana Cappella – la decisione del Consiglio comunale va nella direzione di offrire un’opportunità ai contribuenti morosi di azzerare le sanzioni tributarie e gli interessi relativi alle sanzioni amministrative. Invitiamo, pertanto, cittadini e aziende ad utilizzare tale agevolazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 71 volte, 1 oggi)