SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Siamo soddisfatti della partecipazione popolare e soprattutto del gran numero di bambini che hanno assistito alle sfilate”: le parole del presidente dell’Associazione Amici del Carnevale Sambenedettese, Alberto Malavolta, chiudono l’edizione 2016 della festa più colorata dell’anno, nata con molti problemi, ma poi corsa via all’insegna del divertimento e con circa seimila persone che complessivamente hanno accompagnato le parate dei carri allegorici alla Rotonda Giorgini.

E le parole del vice sindaco Eldo Fanini proferite dal palco domenica scorsa (“Il Carnevale a San Benedetto è ormai una tradizione e faremo di tutto per tramandarla, facendo in modo che i nuovi capannoni sorgano presto”) hanno rinnovato le energie dei carristi per il futuro di questa festa popolare. Dal palco uno di loro, Elvezio Bianconi, ha annunciato il suo ritiro dal Carnevale, ma in molti si augurano che possa ripensarci e tornare a far parte del gruppo.

Un plauso va a tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita dell’evento, dai carristi ai figuranti che hanno affollato le creazioni ballando e cantando, dai gruppi mascherati che hanno sfilato con ironia e divertimento alla scuola di ballo Planet Dance 2000 che ha animato il palco insieme al presentatore Sandro Benigni, alla scuola Spem Formazione che ha dato un tocco ulteriore di colore alla festa con l’apprezzatissimo servizio di “Truccabimbi”.

Ma un ringraziamento è stato inviato anche alle forze dell’ordine che hanno contribuito alla sicurezza durante la sfilata e alla Croce Rossa Italiana, cosi come ai partner che hanno consentito di realizzare l’evento. Da oggi si inizia a lavorare per l’edizione 2017, ponendo le basi per la costruzione dei nuovi capannoni dove costruire i carri allegorici.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 204 volte, 1 oggi)