SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con avviso pubblicato oggi all’Albo pretorio del Comune, il sindaco ha convocato l’assemblea dei residenti del quartiere Porto d’Ascoli centro per lunedì 30 novembre alle ore 21 presso la sala riunioni della delegazione comunale di Porto d’Ascoli con il compito di eleggere il Presidente provvisorio incaricato di eseguire le volontà dell’Assemblea stessa e gli adempimenti propedeutici allo svolgimento delle elezioni.

In questo modo l’amministrazione intende sbloccare una situazione di stallo che si protrae da diverse settimane a causa dell’inconciliabilità delle posizioni dei due aspiranti presidenti provvisori.

Per riepilogare le tappe della vicenda, occorre partire dalle dimissioni, presentate a luglio, di tre membri del direttivo del Comitato di quartiere Porto d’Ascoli Centro che ne hanno comportato la decadenza. A seguito dell’invito del Sindaco, sono state protocollate due richieste di convocazione di assemblea di quartiere che indicavano quale Presidente Provvisorio rispettivamente Elio Core, presidente uscente, e l’architetto Alfredo Gazzoli.

Si è così verificata una fattispecie non prevista dal Regolamento comunale in materia e per questo l’assessore alla partecipazione Luca Spadoni ha incontrato più volte le due persone indicate quali Presidenti provvisori proponendo soluzioni che non hanno ottenuto il necessario consenso.

A questo punto, come si legge nell’avviso, “ritenuto preminente l’interesse pubblico alla ricostituzione degli organismi direttivi del Comitato di quartiere, interlocutore privilegiato e riconosciuto dal Comune per le problematiche dei territori di competenza”, l’Amministrazione si è avvalsa di quanto previsto dall’art. 11, ultimo comma, del Regolamento, che disciplina la convocazione, appunto da parte del Sindaco, dell’assemblea dei residenti in caso di assenza di richiesta di convocazione dell’assemblea da parte dei residenti stessi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 335 volte, 1 oggi)