GROTTAMMARE – La Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto ha emesso un’ordinanza per la sicurezza dei bagnanti. Nello specchio acqueo antistante il litorale nord del Comune di Grottammare, a sud del cartello di segnalazione del 43° parallelo, e precisamente nei punti segnalati dalla presenza di boe galleggianti di coordinate di seguito specificati:

A) Lat. 42″59’57”.96 N – Long. 013″52’11”.82E;

B) Lat. 42″59’58”.20 N – Long. O13″52’11”.94 E;

C) Lat. 42″59’58”.32 N – Long. 013″52’12”.0O E;

D) Lat. 42o59’58”.38 N – Long. 013″52’12’.’.06 E;

E) Lat. 42o59’58”.44 N – Long. 013″52’12” -12 E;

è stata rilevata la presenza di oggetti taglienti, pericolosi per la balneazione, che fuoriescono dal fondo marino, ad una distanza di circa 10/15 metri dalla linea di costa. E’ stato deciso che nel tratto di mare a sud del cartello di segnalazione del 43° parallelo, per una lunghezza di 80 metri e per circa 50 metri di profondità dalla linea di costa (come meglio individuato nella foto) è vietata la balneazione.

ll Comune di Grottammare deve adottare, con estrema urgenza, ogni misura necessaria al fine segnalare la zona di pericolo, anche con cartelli indicanti il “Divieto di Balneazione” e rimuovere gli oggetti pericolosi per salvaguardare la salute dei bagnanti.

I contravventori alla presente ordinanza incorrono, salvo che il fatto non costituisca reato, nell’illecito amministrativo riportati negli articoli 1164 e 1174 del Codice della Navigazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.982 volte, 1 oggi)