SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Entro il 15 maggio i disabili possono presentare domanda presso la Commissione sanitaria provinciale per il riconoscimento dello stato di particolare gravità. Tale riconoscimento dà diritto all’assistenza domiciliare indiretta, consistente in un contributo economico per l’assistenza fornita da un familiare o da un operatore esterno individuato dal disabile stesso o dalla famiglia.

Possono fare domanda le persone disabili, già riconosciute in situazione di gravità ai sensi dell’art. 4 della Legge 104/92, che, alla data del 31 dicembre 2014, abbiano un’età compresa tra i 3 e i 65 anni e che possano comprovare lo stato di particolare gravità.

Non sono ammesse al riconoscimento le disabilità conseguenti a malattie di Alzheimer, malattie di tipo psichiatrico, neoplasie, AIDS. Sono inoltre esclusi: a) i soggetti ospiti di strutture residenziali o semiresidenziali di qualsiasi tipo ad eccezione dei soggetti inseriti nei centri socio-educativi diurni di cui alla L.R. 18/1996 per i quali l’ UMEA ne abbia previsto l’inserimento per non più di venti ore settimanali; b) i soggetti che beneficiano del contributo regionale previsto per il progetto “Vita Indipendente”; c) i soggetti che beneficiano del contributo previsto per le persone affette da Sclerosi Amiotrofica Laterale (SLA) .

Gli interessati possono rivolgersi al Comune (Servizio Disabilità e Salute Mentale Tel. 0735.794299) per avere informazioni ed eventualmente essere indirizzati a visita. Coloro che sono stati già riconosciuti in situazione di particolare gravità negli anni precedenti non devono ripresentare la domanda.

Il modello di domanda può essere ritirato in Comune o presso le Unità Multidisciplinari (UMEE – UMEA) dell’ASUR – Area Vasta n. 5 di San Benedetto del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 201 volte, 1 oggi)