FERMO – Un’indagine che sta facendo molto rumore a Fermo e che sta coinvolgendo anche soggetti molto conosciuti a San Benedetto: si tratta dell’inchiesta relativa ai lotti alberghieri di Casabianca, a Fermo, avviata un anno e mezzo fa e che ha visto adesso l’invio agli indagati dell’avviso di conclusione delle indagini. Tra i soggetti coinvolti, oltre l’ex assessore all’Urbanistica di Fermo Paolo Rossi, figura il commercialista fermano Pierino Postacchini, dal gennaio 2013 revisore dei conti del Comune di San Benedetto.

Gli altri soggetti finiti sotto indagine sono il dirigente del settore urbanistica del comune di Fermo Gian Luca Rongoni, l’avvocato Maurizio Minnucci, l’ex consigliere comunale Andrea Morroni, l’esponente del Partito Democratico Renato Leoni, il consulente finanziario fermano Mauro Donzelli e il sambenedettese Pasquale Ferrari, mediatore finanziario.

L’indagine è condotta dal procuratore della Repubblica Domenico Seccia e i reati contestati sono tentata concussione, corruzione ma anche diffamazione e calunnia.

Postacchini fu designato revisore dei conti a seguito dell’estrazione del suo nominativo il 10 gennaio 2013.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.539 volte, 1 oggi)