SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato 3 gennaio è calato il sipario sul PalaNatale.

Lo ZapFest ha visto l’esibizione di circa cento musicisti del territorio che hanno animato la serata con le hit e le canzoni (italiane e straniere di tutti i generi musicali) che hanno segnato gli anni 90. Un bel tuffo nel passato. Circa 1500 persone hanno partecipato con entusiasmo all’evento che si è concluso con tutti i protagonisti sul palco a suonare e cantare “Hanno ucciso l’Uomo Ragno” degli indimenticabili 883, scelto come pezzo finale adatto per rappresentare quella storica epoca.

Anche in questa edizione si sono avvicendati nella tensostruttura di piazza Mar del Plata spettacoli eterogenei e rivolti ai giovani, ai bambini e agli adulti per una vasta scelta artistico musicale che ha compreso 20 concerti con quasi 200 musicisti, 10 dj set, spettacoli di cabaret, teatro, animazione per bimbi e writing. In 1000 hanno salutato l’arrivo del 2015 sotto il tendone di piazza Mar del Plata e sono stati 250 spettatori che, nonostante il freddo e il vento forte della serata del 30 dicembre, hanno applaudito il comico fermano Giorgio Montanini.

Le iniziative del PalaNatale, organizzate dalla cooperativa “O.per.O.” con il contributo del Comune di San Benedetto del Tronto pari a 25 mila euro, si sono dunque confermate grandi occasioni di aggregazione con quasi 6 mila spettatori che, nel complesso, vi hanno preso parte dei quali 1500 a pagamento. Tutti gli eventi erano a ingresso gratuito, ad eccezione di due concerti e lo spettacolo di cabaret.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 423 volte, 1 oggi)