MARTINSICURO – Le modalità di attuazione del piano demaniale approvato in Consiglio comunale e l’andamento dei lavori antierosione in corso saranno oggetto di discussione di una commissione consiliare competente richiesta dai consiglieri Massimo Vagnoni e Alduino Tommolini.

“La commissione sarà l’occasione – si legge in una nota – per fare il punto sulle criticità e le perplessità che stanno caratterizzando le fasi esecutive del pdmc e degli interventi antierosione coordinati e diretti dalla Regione Abruzzo.
Per quanto riguarda il piano demaniale, preoccupa il livello di conflittualità che sta generando l’approvazione di un piano la cui attuazione rischia di prestare il fianco a contenziosi dagli incerti sviluppi se non verranno ben chiariti alcune questioni irrisolte e che si prestano a varie interpretazioni.

Come anticipato in Consiglio, prima di pubblicare i bandi per le nuove concessioni, andranno chiarite con le autorità competenti (Provincia e Regione) tutti gli aspetti collegati all’esatta indicazione dei canali di scolo, rilevanti ai fini del rispetto delle distanze dai nuovi insediamenti, alle garanzie per gli operatori esistenti di mantenere il proprio tratto di spiaggia (come stabilito dal pdm regionale), alle modalità di assegnazione delle aree ex private che dovranno seguire procedure di evidenza pubblica e alla definizione del rapporto con i concessionari delle aree ex ombreggio convenzionato. Andare avanti senza aver risolto tali questioni, esporrebbe l’intero piano a problematiche che ne inficerebbero l’effettiva attuazione.

Per questo riteniamo sia necessario, prima di pubblicare i vari bandi, un supplemento di verifica di questi aspetti.
Solo così, a nostro avviso, il piano demaniale potrà costituire un valore aggiunto per operatori e utenti delle spiagge, evitando così ulteriori contenziosi che troppo spesso in passato hanno frenato lo sviluppo del nostro arenile.

Altro motivo di preoccupazione è quello relativo ai lavori in corso antierosione che sembrerebbero non essere sufficienti per risolvere in maniera incisiva una delle più grandi criticità delle nostre spiagge. Infatti, gli interventi in via di conclusione, seppur significativi, andrebbero ulteriormente implementati attraverso un maggior rafforzamento delle scogliere esistenti soprattutto nella zona centrale di Martinsicuro.

Per tale ragione chiederemo all’amministrazione e alla Regione Abruzzo di verificare termini e modalità necessarie per implementare l’intervento finanziato con 3 milioni di euro. Chiederemo quindi l’utilizzo del ribasso per intervenire sui tratti non interessati dall’intervento originario nonché per rafforzare, ove necessario, gli interventi già effettuati. Ma tutto questo dovrà essere fatto prima che la ditta abbandoni il cantiere. Per questo sarà necessario fare immediatamente il punto della situazione in modo da verificare, per tempo, eventuali necessità di reperire ulteriori risorse.

Ciò anche al fine di evitare che un importante intervento come quello in corso possa risultare non adeguatamente efficace a risolvere i problemi che da tanti anni affliggono il tratto centrale di martinsicuro.
Sarà quindi importante mettere insieme tutte le forze per ottenere il massimo risultato per la nostra città“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 216 volte, 1 oggi)