MONTEPRANDONE- Lo sviluppo sostenibile e i suoi corollari come l’energia, la gestione dei rifiuti e l’alimentazione sono un argomento sempre più importante in quest’epoca di sfruttamento incontrollato e incontrollabile delle risorse di questo pianeta e , non sordo al problema, anche l’Unesco ha istituito una settimana mondiale dedicata allo sviluppo sostenibile, la settimana Dess appunto.

Al richiamo dell’ente mondiale dell’educazione non è sfuggito il Comune di Monteprandone che insieme alla Regione Marche e alla Provincia di Ascoli ha patrocinato l’iniziativa di Cea “Ambiente e Mare” denominata “360° di sostenibilità” che si prefigge come obiettivo quello di sensibilizzare la comunità e le istituzioni sul tema della sostenibilità nello sviluppo dai punti di vista economico, alimentare, energetico ecc.

Lo fa con una serie di iniziative che hanno avuto vita tra il 26 e il 28 novembre come il Concorso Scolastico il “Mare e le Stagioni del pesce povero e/o massivo“ che ha coinvolto le 38 classi delle Scuole Infanzia e Primaria dell’Isc di Monteprandone ovvero 1.300 bambini dal 24 Novembre al 25  oppure il Concorso e Mostra Fotografica con tema “Azioni Sostenibili” per una Buona Educ – Azione! rivolta alla cittadinanza in genere dal 26 Novembre al 28 Novembre 2014 e ancora il percorso didattico-educativo sull’Energie Rinnovabili per le Scuole Pubbliche Infanzia e Primaria.

E per concludere, il 28 novembre, sempre “Ambiente e Mare” ha organizzato una degustazione educativa base di pesce fresco locale “dell’Adriatico” povero e/o massivo che ha accompagnato i partecipanti alla pratica della sostenibilità anche attraverso il cibo e il suo uso sostenibile e consapevole, offerto dall’Azienda Ittica Blueshark Srl.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 129 volte, 1 oggi)