GROTTAMMARE – La sesta edizione del Concorso Letterario Città di Grottammare comincia il suo percorso, con l’uscita del nuovo bando del Concorso promosso dall’Associazione Culturale “Pelasgo 968” di Grottammare presieduta da Gianmario Cherubini.

Come avvenuto negli anni precedenti, la scadenza del bando è stata fissata al 31 gennaio 2015. Sono state mantenute le tre sezioni (poesia in lingua, poesia in dialetto, racconto breve) e il consueto premio relativo alla metrica.

Anche nella nuova edizione, è stato inserito un premio speciale per una poesia o racconto a tematica erotica e/o umoristica, intitolato a Giuseppe Gioachino Belli, mentre le novità della nuova edizione del concorso sono un premio dedicato a un racconto breve giallo, thriller, noir, e un premio speciale per un racconto con tematica sociale. Quest’ultimo sulla “violenza di genere”, è promosso in collaborazione con il Club Unesco di San Benedetto del Tronto.

Nella quinta edizione, il concorso ha raccolto 431 adesioni, fra poeti e scrittori. Complessivamente, le opere presentate sono state 937 (579 le poesie in lingua, per 267 concorrenti, 145 le poesie in dialetto, per 77 concorrenti, 213 i racconti per 158 concorrenti).

Sempre rimanendo nell’ambito dei numeri, si registra la presenza di concorrenti da tutte le regioni italiane, nonché dalla Svizzera e dalla Slovenia. Fra le regioni capofila, al primo posto le Marche con 63 partecipanti, seguite dal Lazio con 57, dall’Abruzzo con 45 e dalla Lombardia con 42.

“Questi dati la dicono lunga sull’importanza e sull’attenzione che il Concorso di Grottammare, pur essendo giovane, sta conseguendo nel panorama letterario nostrano, spiccando tra i primissimi in Italia per quantità e qualità di partecipanti” afferma il Presidente della Pelasgo 968, Gianmario Cherubini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 257 volte, 1 oggi)