SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Battibecco fuori onda tra l’amministrazione comunale e la troupe di “Mi manda Raitre”. Ad infastidire l’assessore al Commercio Fabio Urbinati è stato il taglio dato dalla trasmissione al problema della movida: “Non si può risolvere in un minuto, il discorso andava approfondito”. D’accordo con l’assessore anche il presidente di Quartiere Marina Centro, Pierfrancesco Troli, costretto ad esporre la vicenda in poco meno di tre minuti.

Il malumore di Urbinati si era già percepito in diretta. L’inviato Adorno Corradini aveva punzecchiato l’ente, domandando quali fossero stati i provvedimenti adottati fino a quel momento per difendere i residenti dagli episodi di vandalismo. “Il divertimento nella vita notturna fa parte dell’offerta turistica – ha risposto l’assessore – noi ci siamo mossi varando un’ordinanza che limitasse l’abuso di alcol. Inoltre abbiamo effettuato un ulteriore sforzo assumendo tredici agenti della Polizia Municipale in più”.

L’incidente diplomatico si è verificato quando Urbinati ha posto l’attenzione sulle responsabilità del Governo, promotore della deregulation che ha di fatto dato il via alla liberalizzazione degli orari. “Non parliamo della politica nazionale, ma della situazione cittadina”, lo ha interrotto Corradini. A microfoni spenti Urbinati ha quindi manifestato il suo disappunto: “Questo atteggiamento non fa onore a Mi manda Raitre. Più dell’ordinanza e del Piano del Porto un’amministrazione cosa può fare? L’emergenza è nazionale, a Roma è stata affrontata dalla Commissione delle Attività Produttive. Si sta ragionando sull’opportunità di dare ai Comuni almeno la facoltà di intervenire sulle chiusure dei locali”.

Troppa la carne al fuoco. Il programma condotto da Elsa Di Gati ha approfittato del mercato settimanale per analizzare i prezzi dei prodotti ortofrutticoli e degli insaccati. A farne le spese è stato a quel punto l’altro argomento in scaletta: la possibile installazione di una centrale a biomasse a Massignano, cancellato in corsa per mancanza di tempo. “Mi prendo l’impegno di segnalare il caso alla redazione”, ha promesso Corradini. “Prossimamente verremo sul posto e realizzeremo un servizio ad hoc”.

Per rivedere la puntata clicca QUI.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.376 volte, 1 oggi)