SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La scuola media Curzi si trasferirà nei locali del Palazzo di Giustizia nel 2015. Lo ha annunciato il sindaco Giovanni Gaspari, intervenuto sulla chiusura della sezione distaccata del Tribunale, in favore del capoluogo ascolano. Nella struttura rivierasca rimarrà una parte degli archivi.

“Secondo me è un errore – dice il sindaco – ho già spiegato più volte che il dinamismo economico è più elevato sulla costa, rispetto all’entroterra. Spero solamente che il trasloco sia rapido e non infinito”.

Per la realizzazione di un nuovo istituto occorrerebbero 4 milioni, mentre per la sistemazione del Tribunale, secondo l’amministrazione comunale, ne servirebbero uno e mezzo. Un risparmio che avrebbe convinto la giunta della bontà dell’operazione. Ampio scetticismo è stato però mostrato dall’ingegner Giuseppe Fiscaletti, che l’impianto di Via Togliatti lo progettò.

Nei mesi scorsi le perplessità furono esposte agli uffici comunali. Venne ricordato che, con il cambio di destinazione, si andrebbe in contro ad una messa in sicurezza legata alle normative sismiche. Per non parlare degli eventuali problemi d’adattamento: vi sarebbero difficoltà, ad esempio, nell’individuare uno spazio da destinare alla palestra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.158 volte, 1 oggi)