MARTINSICURO – In manette tre donne considerate un punto di riferimento per lo spaccio di droga a cavallo tra Marche e Abruzzo. I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Alba Adriatica hanno arrestato tre rom, apparentate fra loro, prelevate nelle rispettive abitazioni a Villa Rosa di Martinsicuro. Katiuscia e Maria Spinelli, 33 e 35 anni, e Maria Bevilacqua, 34 vivevano nella stessa palazzina. L’ordine di custodia cautelare in carcere è stato firmato dal gip Giovanni De Rensis su richiesta del pm, Stefano Giovagnoni. Le indagini condotte dai militari avevano accertato una fiorente attività di spaccio che avveniva direttamente al loro domicilio. Sono stati pedinati ed ascoltati almeno una trentina di tossicodipendenti provenienti dall’Abruzzo e dalle Marche: c’erano clienti che arrivavano anche dalla provincia di Fermo.
Le tre rom vendevano stupefacenti in dosi, al prezzo medio di circa 30 euro. Tra di loro vigeva il principio di mutualità: se una delle tre restava sprovvista di eroina, erano le altre a provvedere ad accontentare il tossico di turno. C’erano eroinomani che avevano acquistato nel tempo decine e decine di dosi, il che lascia intuire quale vasto traffico fosse stato messo in piedi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 929 volte, 1 oggi)