MARTINSICURO – Destinare il rimborso dell’alluvione 2011 ad interventi di prevenzione del rischio idrogeologico. E’ la proposta, avanzata dai gruppi consiliari MartinRosa e Progetto Comune, che si è discussa con l’amministrazione comunale nella Commissione di controllo e garanzia.

Circa 400mila euro la somma che riceverà il Comune come rimborso delle spese di somma urgenza affrontate a marzo 2011, con una prima trance da 80mila euro in dirittura d’arrivo nelle casse comunali, e una seconda da 250mila che sarà erogata non appena si concluderà l’iter amministrativo.

La proposta dei gruppi di minoranza si è focalizzata sull’impiego dei fondi per interventi di  manutenzione straordinaria del territorio (aste fluviali del Tronto e Vibrata, pulizia di fossi e canali, sistemazione delle linee di scarico a mare delle acque piovane) al fine di prevenire il rischio idrogeologico.

“L’obiettivo – ha affermato Alduino Tommolini di Martin Rosa – è di contenere quanto più possibile i costi straordinari che si sostengono ogni qualvolta si verificano eventi di carattere alluvionale, con l’esborso di cifre considerevoli da parte del Comune”.

Le priorità di intervento avanzate dal consigliere Massimo Vagnoni (Progetto Comune) nel corso della Commissione controllo e garanzia riguardano la sistemazione dei canali di smaltimento delle acque piovane di via Franchi e via Capri. In particolare la necessità di intervenire su via Capri è stata sottolineata anche dal consigliere del Pd Andrea Buonaspeme.

“Abbiamo chiesto di destinare a tale scopo – ha aggiunto Tommolini – i fondi oggetto rimborso da parte della Provincia di Teramo, situazione sulla quale si è dichiarato d’accordo l’assessore ai Lavori Pubblici Andrea D’Ambrosio, presente alla riunione, il quale ha manifestato la sua disponibilità all’impiego delle somme suddette per realizzare le priorità evidenziate dalla Commissione”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 186 volte, 1 oggi)