ANCONA – MASSIMILIANO FAVO (all. Ancona) Un pizzico di rammarico perché credo che il calcio d’angolo non ci fosse. Vorrei rivedere le immagini. Stando ai punti meritavamo di vincere la prartita Mancavano dei giocatori di qualità e sapevamo di affrontare una squadra forte con elementi importanti davanti. In questa settimana avevo chiesto di tornare ad essere uniti. Questo derby mi ha entusiasmato perché ha visto protagonisti due club che non meritano di militare in questa categoria. Tornando alla gara credo che nel secondo tempo abbiamo meritato di più, gli avversari hanno fatto ben poco. Questo pareggio ci aiuterà a riacquistare entusiasmo per le prossime partite. Abbiamo bisogno di questo tipo di prestazioni. Sul rigore non vorrei esprimermi, ero lontano e non sono in grado di valutare, rivedrò il filmato;

OTTAVIO PALLADINI: Contro l’Ancona ci sta anche un po’ di sofferenza. Abbiamo avuto difficoltà sui loro cambi di gioco. Nel primo tempo abbiamo pareggiato meritatamente e abbiamo fatto molto meglio noi. Prima del loro rigore generoso non ne hanno dato uno a noi nettissimo su Napolano. Lo ha ammesso anche Del Grosso che conosco bene. Nel secondo tempo abbiamo fatto qualcosa in meno condizionati anche dal vento contro che ci ha penalizzati. Gli abbiamo regalato qualche uomo a livello di freschezza atletica: Carminucci veniva da uno stop di 2 giornate, Akrapovic ha giocato poco.  Abbiamo sofferto molto lungo la loro fascia sinistra ed infatti Carminucci ha avuto delle difficoltà su Cavallari. Non ho inserito Santoni per gestire la situazione dal punto di vista dei diffidati, per questo ho scelto Puglia. Pensavo che la sua velocità potesse mettere in difficoltà l’avversario, cosa che poi è successa. Ora dobbiamo gestire le forze perché oltre ad Aquino abbiamo perso Traini, non sappiamo cos’abbia e speriamo di recuperarlo presto così come Camilli e gli altri.

BOZZI: Per Traini c’è un guaio muscolare al gemello. Dobbiamo vedere l’ecografia e speriamo di sbagliare perché quando si tratta del gemello i tempi di recupero sono sempre lunghi;

MARINI: Nel primo tempo se ci avessero dato il rigore netto su Napolano la partita sarebbe stata diversa. Il loro rigore è stato invece generoso. Nel secondo tempo c’è stata  una partita più a viso aperto e per merito loro è stata difficile: ci hanno messo molta pressione e la soluzione del lancio lungo era difficile per il vento contrario. Siamo riusciti a portare a casa un pareggio, volevamo di più. Nella ripresa non abbiamo creato molti pericoli ma ci abbiamo provato cercando la palla sullo spazio per Puglia e addosso per Shiba: non ha funzionato. Ora si torna ad inseguire e già contro il Termoli sarà difficile perché verrà disputata a porte chiuse. Bisogna fare il risultato e non staccarsi dal San Cesareo per agganciare la vetta prima possibile;

IANNI: Non abbiamo avuto l’atteggiamento giusto per vincere la partita. Non ci saranno ripercussioni ma parleremo del secondo tempo. Un pareggio ci sta ma dovevamo mettere in campo più intensità;

NAPOLANO: Non dobbiamo più fare passi falsi anche se secondo me questo non lo è stato. Sul rigore non dato non ci credeva nemmeno Del Grosso. Nel primo tempo abbiamo fatto bene mentre nel secondo troppi lanci da parte dei difensori secondo me. Eravamo stanchi. Il morale resta alto: sapevamo che si sarebbe dovuto lottare fino alla fine. Speriamo di recuperare gli assenti e gli infortunati. In quanto alle punizioni avrei potuto fare meglio ma non può andare sempre bene. A fine primo tempo un under mi ha detto qualche parola dalla panchina e io gli ho risposto che si stava sbagliando.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 912 volte, 1 oggi)