SAN BENEDETTO DEL TRONTO. La Samb che verrà è ancora tutta da definire. Restano alcune certezze (Napolano, Pazzi, Ianni e -soprattutto- Palladini) e tanti interrogativi. L’obiettivo è uno solo, il campionato, i giocatori per raggiungerlo forse cambieranno. Giocatori importanti resteranno, altri forse no.

Spadoni, a inizio calciomercato ha detto che le priorità erano Napolano, Carteri, Pazzi e Mengo. Pazzi e Napolano restano, Mengo va. Si sa qualcosa in più su Carteri?

“Carteri sta prendendo tempo perché prima vorrebbe valutare alcune offerte dalla lega pro. Abbiamo detto che avremmo aspettato prima dell’inizio del ritiro e così sarà. Certo, se la risposta arriva qualche giorno prima sarà sicuramente meglio.”

Nel caso Carteri partisse avete già pensato a un sostituto? Arriverebbe da qualche squadra o lo avete in casa?

“In casa non ce l’abbiamo, anche perché un giocatore come lui è difficilmente sostituibile.   Abbiamo qualche idea e abbiamo già parlato con qualche società, è normale essere preparati in caso di un addio. Nomi? No, nessun nome. Sia per rispetto verso il giocatore, sia verso i possibili sostituti, perché se poi sfumasse un arrivo il sostituto sarebbe visto come una seconda scelta. Sicuramente prenderemmo un giocatore di pari livello.”

L’arrivo di Santoni libera Di Vicino?

“Con Di Vicino valuteremo la situazione entro il 15 Luglio. Anche lui sta aspettando una chiamata dalla Lega Pro. Giustamente aspettiamo perché un giocatore deve essere convinto nel progetto.”

Di Vicino, Carteri e, fino a poco tempo fa, Napolano. Ci sono diversi giocatori richiesti da squadre di Lega Pro. Per la Samb questa è una possibile fonte di disturbo o una buona notizia? Del resto è merito della società se in squadra ci sono tanti giocatori importanti…

“Il merito è dei giocatori perché sono state le loro prestazioni a destare l’interesse di squadre importanti. Noi vorremmo tenere tutti ma ci devono essere le giuste motivazioni”

Torniamo a Mengo. La sua partenza lascia un gran vuoto. Sarà Ianni il titolare del futuro?

“La squadra la mette in campo il mister. Sicuramente Ianni, per la serie D, ha un curriculum importante e sicuramente sarà all’altezza di un compito simile. L’anno scorso ha avuto davanti due grandi giocatori come Mengo e Marini, ma quest’anno avrà sicuramente più spazio.”

Cercate comunque un centrale o promuoverete un primavera?

“Abbiamo diversi giovani validi ma non sono ancora pronti. Dovremo sicuramente prenderne almeno uno.”

A proposito di giovani. Il settore giovanile della Samb sta facendo benissimo, così come i tanti giovani che torneranno dai rispettivi prestiti.  Vedremo qualche faccia nuova in ritiro?

“Abbiamo alcuni ’94 e ’95 molto validi e valuteremo. Sicuramente qualche giovane sarà promosso ma non vogliamo bruciarli.”

Il presidente ha detto, senza mezzi termini, che la Samb punterà solo a vincere. Che giocatori mancano a questa squadra per essere al completo?

“Mettiamo subito in chiaro una cosa: questa squadra lotterà per vincere il campionato. Nessuno ha la certezza di vincere. La squadra è ancora in allestimento: mancano un paio di attaccanti, uno o due centrocampisti, un difensore centrale e due under”

A proposito di under. Si è parlato tanto del possibile arrivo di Pentimone (portiere del Bari, classe ’94) in prestito. Angelozzi ha detto che ci avrebbe pensato nel fine settimana. Ci sono novità?

“Ieri sera la dirigenza del Bari ci ha comunicato che aggregheranno il ragazzo in prima squadra, dove farà il terzo portiere. Stiamo cercando un possibile sostituto di pari livello, sempre under.”

Sente di promettere qualcosa ai tifosi della Samb?

“Avremo una squadra adatta agli obiettivi che ci siamo posti a inizio anno. Stiamo lavorando per questo e siamo sicuri di formare una squadra di buon livello.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.272 volte, 1 oggi)